BORSE EUROPA - In rialzo, trainate da bancari e materie prime

lunedì 21 dicembre 2009 16:12
 

                               indici              chiusura
                             alle 16,00    var%      2008
----------------------------------------------------------------


DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.907,73    +1,26    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.024,56    +1,13      831,97
DJ Stoxx banche          217,46    +1,24      149,51
DJ Stoxx oil&gas         323,68    +1,96      264,50
DJ Stoxx tech            180,26    +0,21      152,86
 ---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 21 dicembre (Reuters) - Le borse del Vecchio
Continente ampliano i guadagni, guidate dai titoli bancari e da
quelli legati alle materie prime.
 I finanziari recuperano terreno dopo tre sedute negative,
sull'affievolirsi delle preoccupazioni per l'irrigidimento delle
nuove regole sul sistema bancario.
 Ben comprati anche i titoli  petroliferi dopo che venerdì il
greggio CLc1 è salito di un punto percentuale sulla notizia
dell'occupazione iraniana, poi rientrata, di un pozzo
petrolifero iracheno vicino al confine. 
 Anche i minerari avanzano sul rialzo dei prezzi dei metalli,
spinti dal rinnovato ottimismo sulla ripresa, anche se il
rafforzamento del dollaro limita i guadagni.
 I volumi degli scambi sono ridotti, in una settimana più
corta a causa delle festività natalizie.
 Intorno alle 16,00 il benchmark FTSEurofirst 300 .FTEU3
avanza dell'1,13%. Sulle singole piazze Londra .FTSE sale
dell'1,66%, Francoforte .GDAXI dell'1,12% e Parigi .FCHI
dell'1,54%.
 
 Tra i titoli in evidenza oggi:
 * LONDON STOCK EXCHANGE (LSE.L: Quotazione) scende di circa l'1% dopo
che in mattinata aveva registrato un rialzo di un abbondante
punto sulla scia dell'acquisizione di Turquoise e della fusione
con la controllata Baikal, piattaforma per scambi anonimi al di
fuori del mercato.
 * Punita dalle vendite nelle prime battute, dopo la
sospensione del traffico ferroviario nel tunnel della Manica,
EUROTUNNEL (GETP.PA: Quotazione) recupera e guadagna il 3,2%.
 * In caduta libera le emittenti spagnole PRISA (PRS.MC: Quotazione) e
TELECINCO (TL5.MC: Quotazione) dopo l'accordo da 1,05 miliardi di euro per
unire i due canali televisivi. MEDIASET (MS.MI: Quotazione), azionista di
maggioranza di Telecinco, guadagna quasi il 3%.
 * Boom di acquisti per SPYKER CARS SPYKR.AS (+24% circa)
dopo che il produttore di auto di lusso ha presentato una nuova
offerta per Saab.    
 * In territorio negativo il settore automobilistico,
trainato al ribasso da Volkswagen e da Porsche, che perdono
entrambi oltre il 3%. Le azioni ordinarie Volkswagen (VOWG.DE: Quotazione),
che verranno sostituite dalle "preferred" (VOWG_p.DE: Quotazione) nel Dax a
partire dal 23 di dicembre, cedono circa il 3%. Le "preferred"
avanzano del 0,2%.
 * Balza la pay-TV portoghese ZON MULTIMEDIA ZON.LS: una
società che fa capo alla figlia del presidente dell'Angola ha
rilevato il 10% a 5,3 euro per azione.
 * Sotto pressione la biotech svizzera ACTELION ATLN.VX
dopo i risultati deludenti del suo Almorexant.
 * La francese Sanofi (SASY.PA: Quotazione) è piatta dopo aver deciso di
acquisire Chattem CHTT.O per 1,9 miliardi di dollari e dopo
aver annunciato la sospensione dello sviluppo di due farmaci,
spiegando che non portavano sufficienti benefici.
 * Al suo debutto sul Ftse 100, Aggreko (AGGK.L: Quotazione) perde
l'1,45%, nonostante l'innalzamento del target price  da parte di
Citigroup.