BORSE EUROPA- Indici limano guadagni, pesano banche dopo Lloyd's

venerdì 13 febbraio 2009 16:41
 

                                indici              chiusura
                              alle 16,30    var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.242,96     +1,26    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        800,43     +1,10      831,97
DJ Stoxx banche          128,88     -0,62      149,51
DJ Stoxx oil&gas         286,50     +2,22      264,50
DJ Stoxx tech            156,98     +1,62      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 13 febbraio (Reuters) - La perdita record annunciata
dalla HBOS del gruppo Lloyd's (LLOY.L: Quotazione) smorza il buon umore
delle borse europee, che riducono progressivamente i guadagni
senza però passare in territorio negativo. Unica eccezione lo
Stoxx del settore bancario, che perde oltre l'1%.
 Wall Street, dal lato suo, è partita in leggera retromarcia
ma alle 16,30 Nasdaq .IXIC e Dow Jones .DJI sono il leggero
rialzo.
 Alla stessa ora il FTSEurofirst 300 .FTEU3, che in
mattinata era arrivato a guadagnare oltre il 2%, sale dell'1,1%.
 Tra i singoli listini l'indice Ftse 100 britannico .FTSE
cede lo 0,2% e il Dax tedesco .GDAXI guadagna 0,8% e il Cac
francese .FCHI sale di quasi il 2%.
 Secondo alcune fonti, al pacchetto di stimolo economico da
quasi 800 miliardi di dollari su cui il presidente Usa Barack
Obama vorrebbe mettere la firma oggi potrebbe aggiungersi una
manovra per aiutare coloro che faticano a magare i mutui.
         
 Tra i titoli in evidenza:
 * LLOYD'S, -29%, trascina al ribasso non solo i finanziari
inglesi - ma quelli di tutta Europa. Tra gli altri Barclays
(BARC.L: Quotazione), -7%, Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), -2%, Royal Bank of Scotland
(RBS.L: Quotazione), -8%, e Standard Chartered (STAN.L: Quotazione), -3%.
 * Tonici gli energetici tra cui TOTAL (TOTF.PA: Quotazione), che
guadagna il 2%, e ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.L: Quotazione), +1,4%. Il derivato
ad aprile sul greggio balza di 2 dollari circa, a un soffio da
40 dollari.
 * Riduce i guadagni AIR FRANCE-KLM (AIRF.PA: Quotazione), che oggi ha
annunciato una perdita operativa di 194 milioni e nonostante
questo era arrivata a salire di oltre il 7%. A sollevare il
titolo della compagnia aerea francese è l'attenzione sulla
preannunciata riduzione delle spese per 1,2 miliardi, di cui 600
milioni nel prossimo anno.
 * Accelera ancora MICHELIN (MICP.PA: Quotazione), che pure ha deluso con
i risultati 2008. Il colosso degli pneumatici ha detto di non
intravedere una ripresa del mercato prima del secondo semestre
dell'anno, ma ha confermato i suoi obiettivi di riduzione dei
costi.
 * Rallenta la corsa THYSSEN KRUPP (TKAG.DE: Quotazione), che ha
annunciato utili preatasse superiori alle attese nel primo
trimestre. Il colosso siderurgico tedesco ha registrato utili in
calo del 63% a 240 milioni di euro, contro un'attesa degli
analisti di 215 milioni.