BORSE EUROPA - Indici in ribasso, deboli petroliferi, sale Ubs

martedì 12 agosto 2008 10:09
 

                               indici              chiusura
                            alle 10,00     var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.422,83     -0,66    3.711,03
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.205,57     -0,61    1.314,42
  DJ Stoxx banche          311,60     -0,72      337,67
  DJ Stoxx oil&gas         366,84     -0,31      435,73
  DJ stoxx tech            246,75     -0,11      249,25 
---------------------------------------------------------------
 PARIGI, 12 agosto (Reuters) - Dopo due sedute di rialzi le
borse europee sono in calo negli scambi della mattinata sui
ribassi degli energetici penalizzati dalla discesa dei prezzi
del greggio sotto i 114 dollari al barile.
 Nel settore bancario riflettori accesi sulla svizzera Ubs
UBSN.VX che, dopo un avvio in ribasso sulla scia della perdita
triemstrale maggiore delle attese, inverte direzione e sale del
3,5% sull'annuncio dell'istituto elvetico di voler separare il
gruppo in tre unità autonome.
 "Complessivamente il sentiment sull'azionario non è brutto a
causa del ritracciamento delle commodity, ma l'interesse per
alcuni titoli energetici e dei metalli sta calando leggermente",
ha detto Rik Zwaneveld, trader a Afs Brokers ad Amsterdam.
 Tra i petroliferi cedono circa mezzo punto percentuale Total
(TOTF.PA: Quotazione) e Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione)
 I derivati sul greggio CLc1 perdono circa 1 dollaro con
quello Usa a quota 113,75 dollari al barile per effetto del
rally del dollaro che ha fatto dimenticare le preoccupazioni
relative al calo dell'offerta per il conflitto tra Russia e
Georgia.
 Poco prima delle 10,00 l'indice paneuropeo FTSEurofirst
.FTEU3 è in calo dello 0,66%.
 Tra i singoli indici l'inglese FTSE 100 .FTSE perde lo
0,64%, il tedesco Dax .GDAXI lo 0,6% e il francese Cac 40 lo
0,77%.
 
 Tra i titoli in  evidenza:
 * ADECCO ADEN.VX in rialzo dello 0,6% dopo un balzo del
2,6% sulla scia dei risultati del secondo trimestre che hanno
mostrato un calo del 5% dell'utile netto a 212 milioni di euro,
tuttavia migliore rispetto alle attese. L'AD della più grande
agenzia al mondo per la ricerca di lavoro ha inoltre detto che i
colloqui con Michael Page International sono ancora in fase
iniziale e sono finalizzato ad un takeover amichevole.
 
 * BEIERSDORF (BEIG.DE: Quotazione) balza del 4,2% dopo che Goldman Sachs
ha rivisto al rialzo il produttore tedesco della crema Nivea a
"buy" da "neutral" inserendo il titolo nella "buy list". 
 
 * CELESIO (CLSGn.DE: Quotazione) sale del 6% circa in un mercato
fiducioso che il peggio sia passato per il principale
distributore farmaceutico in Europa che ha lanciato un profit
warning per il 2008 a causa della fase prolungata di forte
concorrenza caratterizzata da una guerra dei prezzi nei suoi
mercati principali.