BORSE EUROPA - Indici in rialzo sulla scia di auto e energetici

lunedì 11 agosto 2008 17:03
 

                               indici              chiusura
                            alle 1600     var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.430,08     +0,65    3.711,03
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.209,40     +0,87    1.314,42
  DJ Stoxx banche          311,84     +1,55      337,67
  DJ Stoxx oil&gas         367,88     +1,35      435,73
  DJ stoxx tech            246,77     +1,83      249,25 
---------------------------------------------------------------
 FRANCOFORTE, 11 agosto (Reuters) - Le borse europee si
muovono in territorio positivo dopo aver toccato in mattinata i
massimi di oltre sei settimane. A sostenere le piazze europee,
rimaste in positivo nonostrante l'avvio in ribasso di Wall
Street, gli acquisti sui titoli del settore auto, favoriti da un
dollaro più forte. Aiuta le borse il lieve progresso dei prezzi
del greggio sulle notizie del conflitto tra Russia e Georgia.
 Le azioni del settore auto hanno tratto beneficio dall'euro
debole EUR= che si attesta a 1,4981 dollari dopo che la scorsa
settimana ha registatro il calo settimanale più consistente da
quando è stato introdotto nel 1999.
 "Un dollaro più forte e un euro più debole sarebbero un
sollievo per un settore sotto assedio come quello delle auto",
ha scritto Morgan Stanley in una nota destinata ai clienti.
 "Indichiamo Bmw come la società più esposta al dollaro come
percentuale di utili e con una fragile politica di hedging
attualmente in atto, creando il potenziale per un maggior
beneficio nel 2009", ha aggiunto la banca d'affari americana.
 L'indice del settore auto europeo  guadagna oltre il
2,2%. A guidare i rialzi PORSCHE PSHG-P.DE, in progresso del
4,9% , BMW (BMWG.DE: Quotazione) in crescita intorno al 4% e DAIMLER
(DAIGn.DE: Quotazione) che guadagna il 3,2%.
 Anche l'indice europeo dei titoli finanziari  cresce
intorno all'1,5%, supportato dal +17,4% registrato dalla banca
francese NATIXIS (CNAT.PA: Quotazione), sulle indiscrezioni citate dai
trader di un ricoperture sul titolo e di un fondo sovrano
interessato.
 A guidare i rialzi anche la banca svizzera UBS UBSN.VX, in
progresso del 3,1% sulla scia della notizia che il costo del
buyback dei debt securities non supererà i 900 milioni di
dollari. La banca svizzera renderà noti domani i propri
risultati per il secondo trimestre.
Attorno alle 17,00 l'indice paneuropeo FTSEurofirst .FTEU3
è in rialzo dell'1,01% a 1.211,11 punti.
Tra i singoli indici l'inglese FTSE 100 .FTSE sale dello
0,67%, il tedesco Dax .GDAXI dello 0,32% e il francese Cac 40
.FCHI dello 0,48%.
 
 Tra i titoli in  evidenza:
 * Crescono i titoli energetici, con in testa BP (BP.L: Quotazione),
ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.L: Quotazione) e TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) tutte in progresso
tra l'1 e l'1,8%. L'indice europeo di settore  guadagna
intorno all'1,4%.
 * La compagnia petrolifera GALP (GALP.LS: Quotazione) cede intorno al 2%
dopo il rally della scorsa settimana, andando controcorrente
rispetto al settore in crescita. La società si starebbe
aggiustando dopo i forti guadagni registrati la scorsa
settimana, secondo gli analisti.
 * FERROVIAL (FER.MC: Quotazione) sale del 2,58%, estendendo i propri
guadagni dopo che il quotidiano britannico Observer ha scritto
che la Commissione per la Concorrenza  britannica potrebbe
intimare nel corso del mese la scissione della sua filiale degli
aeroporti britannici BAA. Il quotidiano ha anche ripreso le
dichiarazioni rilasciate la scorsa settimana dal Ceo di RYANAIR
(RYA.I: Quotazione) Michael O'Leary, che si è dichiarato disponibile ad
offrire 2 miliardi di euro per l'aeroporto di Stansted.