BORSE EUROPA - Indici negativi, penalizzati da Ubs e Hsbc

mercoledì 11 marzo 2009 10:16
 

                               indici              chiusura
                              alle 10,10   var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   1.897,24     +1,15    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        683,85     -1,02      831,97
DJ Stoxx banche          101,55     -0,19      149,51
DJ Stoxx oil&gas         246,49     -1,51      264,50
DJ Stoxx tech            136,54     -0,73      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 11 marzo (Reuters) - Le borse europee sono deboli
poco dopo l'avvio, dopo il rally di ieri, penalizzate dai
ribassi dei bancari e del settore energetico dopo che Ubs
UBSN.VX stima utili a rischio per qualche tempo, mentre scende
il prezzo del petrolio.
 Intorno alle 10,10 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 scende
dell'1,02% dopo il balzo del 5,1% di ieri. Il ribasso odierno
rappresenterebbe il quarto risultato negativo per l'indice in
cinque sedute. A livello di singoli mercati l'indice Ftse-100
.FTSE perde l'1,2%, il Cac-40 .FCHI l'1,13% e il Dax
.GDAXI lo 0,75%.
 "Tutti stanno tornando alla realtà e si rendono conto che i
dati economici sono deboli. Si tratta di un comportamento tipico
da mercato Orso: grandi ribassi e forti rally. Gli investitori
puntano a mantenere i guadagni e a realizzare i profitti",
osserva un broker.
 Le esportazioni cinesi sono scese a febbraio, mentre i
prezzi all'ingrosso in Giappone sono calati sul livello più
elevato da sei anni, due esempi di come l'andamento
dell'economia sia deludente. 
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * UBS cede l'1% dopo l'annuncio che la perdita netta del
2008 è salita a 20,9 miliardi di franchi svizzeri rispetto a
19,7 miliardi annunciati in precedenza. 
 * HSBC (HSBA.L: Quotazione) perde il 6,8% penalizzato dalle vendite
degli investitori in vista dell'aumento di capitale da 18
miliardi di dollari. 
 * In ribasso il settore petrolifero a seguito del calo dello
0,9% del futures sul greggio: CAIRN ENERGY (CNE.L: Quotazione) cede il 4,7%
dopo l'annuncio di un collocamento fino al 5% del capitale, al
fine di racogliere circa 120 milioni di sterline. In ribasso le
major, da BG BG.L (-1,5%) a ROYAL DUTCH (RDSa.L: Quotazione) (-1,27%).