BORSE EUROPA - Indici consolidano rialzi con buon avvio Wall St

mercoledì 11 marzo 2009 15:40
 

                               indici              chiusura
                              alle 15,30  var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   1.957,14    + 1,93    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        697,59    + 0,97      831,97
DJ Stoxx banche          105,32    + 3,49      149,51
DJ Stoxx oil&gas         249,53    - 0,36      264,50
DJ Stoxx tech            141,47    + 2,85      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 10 marzo (Reuters) - Confortato dal buon avvio di
Wall Street, l'azionario europeo consolida i guadagni della
mattina propiziati dalla positiva intonazione dei bancari.
 "Dopo che il mercato è andato giù per tanti giorni, è
normale che si veda un po' di rimbalzo. Non c'è nessuna
particolare buona notizia oggi. Ciò che vediamo è un rimbalzo",
spiega Philippe Gijsels, strategist di Fortis Bank. 
 L'attenzione è sulle regole contabili del 'mark-to-market'
negli Usa che il presidente della Fed Ben Bernanke esporrà
domani. 
 "Resta da vedere se queste regole saranno congelate ma è
importante capire come abbiano colpito le istituzioni
finanziarie", dice Gijsels. 
 L'indice Ftse Eurofirst 300 .FTEU3 sale dello 0,97%, il DJ
Stoxx 50 .STOXX50E dell'1,94%. Piatta Londra .FTSE,
guadagnano intorno all'1,5% Parigi .FCHI e Francoforte
.GDAXI.
 
 Tra i titoli in evidenza: 
 * Bancari sugli scudi con rialzi importanti per tutti i
principali titoli. Rialzi consistenti per BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione),
CREDIT SUISSE CSGN.VX e UBS UBSN.VX. 
 La britannica HSBC (HSBA.L: Quotazione), in rialzo a doppia cifra
stamane, è ora negativa in una seduta molto volatile nell'ultimo
giorno valido per aderire all'aumento di capitale da 18 miliardi
di dollari.
 * La previsione di un 2009 difficile non aiuta in borsa EADS
EAD.PA che cede il 2,58%. 
 * Bene i titoli legati all'estrazione dei minerali come
ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione), BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione) E ANTOFAGASTA
(ANTO.L: Quotazione). Quest'ultima in particolare ha aumentato il dividendo
di oltre un quinto nonostante il calo dell'utile netto del 39%.