BORSE EUROPA - Indici ancora negativi ma in recupero da minimi

mercoledì 11 febbraio 2009 16:12
 

                                indici              chiusura
                              alle 16,00    var%        2008
----------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E    2.265,69     -0,11    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        803,17     -0,34      831,97
DJ Stoxx banche          132,61     -0,87      149,51
DJ Stoxx oil&gas         281,96     +0,12      264,50
DJ Stoxx tech            157,08     -0,58      152,86
----------------------------------------------------------------
MILANO, 11 febbraio (Reuters) - Borse europee in lieve calo
nel pomeriggio, sopra i minimi di giornata, grazie anche
all'avvio positivo del mercato Usa.
 Ieri Wall Street e l'Europa hanno chiuso in forte ribasso
dopo l'annuncio del piano Usa per le banche che ha deluso per la
mancanza di dettagli. "Mancavano dettagli su come i prezzi delle
case possono smettere di scendere e su come le banche
riusciranno a risolvere i problemi legati ai loro asset a
rischio", dice Bernard McAlinden, gestore di di NCB
Stockbrokers, secondo cui è "giustificabile" l'insoddisfazione
del mercato.
 Secondo Peter Dixon, invece, economista di Commerzbank a
Londra, la reazione del mercato è stata esagerata. "Questo piano
non è una panacea che guarirà nel breve termine i malati
dell'economia Usa, è un piano a lungo termine", dice. "Questo è
un mercato che si muove sulle emozioni e non sui fatti",
aggiunge.
 Intorno alle 16 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo 0,37%
circa mentre, tra i singoli listini, l'indice Ftse 100
britannico .FTSE sale dello 0,3%, il Cac francese .FCHI è
piatto e il Dax tedesco .GDAXI sale dello 0,15%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra bancari ancora prevalentemente in calo, riemerge
CREDIT SUISSE CSGN.VX, in rialzo dopo una mattina pesante
seguita all'annuncio della peggiore perdita d'esercizio della
storia dell'istituto.
 * In lieve progresso BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione) dopo una breve
sospensione per eccesso di rialzo innescata dal no degli
azionisti di Fortis FOR.BR alla cessione di buona parte degli
asset all'istituto francese.
  * Pesanti gli assicurativi con AXA (AXAF.PA: Quotazione) in calo di
oltre il 5% e SWISS LIFE SLHN.VX del 2.7%.  
 * Piovono gli acquisti su SANOFI-AVENTIS (SASY.PA: Quotazione) (+5,3%):
il terzo gruppo farmaceutico del mondo ha illustrato una nuova
strategia di crescita per linee esterne con obiettivo
acquisizioni di taglia media e piccola nei vaccini, nei generici
e nei farmaci da banco. Il gruppo francese ha inoltre annunciato
il riassetto delle attività di ricerca e sviluppo e previsto un
incremento degli utili per azione adjusted del 7% nel 2009.
 * Bene RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) sulle attese di un accordo con il
primo azionista Chinalco per l'abbattimento del debito in vista
dei risultati che saranno pubblicati domani.
 * Sale ARCELOR MITTAL ISPA.AS, che ha previsto una
partenza molto debole per il 2009, ma ha abbattuto con successo
il debito dopo che un eccezionale rallentamento ha spinto in
rosso il quarto trimestre dell'anno scorso.
 * Resta ben comprato il gruppo di detersivi RECKITT
BENCKISER (RB.L: Quotazione) dopo conti 2008 migliori delle previsioni e
obiettivi superiori alle attese per le vendite e gli utili nel
2009. Il gruppo punta inoltre ad aumentare la cedola 2008 del
45% a 80 pence per azione.
 * In deciso calo DANONE (DANO.PA: Quotazione) che ha previsto consumi
stabili per il resto dell'anno e ha confermato i target di utile
dopo un incremento 15% nel 2008.
 * Giù la tedesca Hypo Real Estate HRXG.DE (-7,8%), che ha
annunciato l'utilizzo di altri 10 miliardi di euro di garanzie
dal fondo governativo di sostegno alle banche, arrivando così a
un totale di garanzie ottenute dallo Stato di 52 miliardi di
euro.