BORSE EUROPA - Indici tornano a crescere, forti materie prime

mercoledì 11 novembre 2009 09:54
 

                               indici              chiusura
                            alle 9,50      var%      2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.880,35    +0,84    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.016,81    +0,65      831,97
DJ Stoxx banche          234,03    +0,90      149,51
DJ Stoxx oil&gas         323,45    +0,32      264,50
DJ Stoxx tech            181,37    +1,15      152,86
---------------------------------------------------------------
  LONDRA, 11 novembre (Reuters) - Come previsto dai bookmaker
finanziari, le borse europee tornano a guadagnare, riprendendo
l'intonazione che ha caratterizzato il prolungato rally che la
correzione di ieri aveva interrotto.
 Intorno alle 9,50 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 guadagna lo
0,84%. Sui singoli mercati il Ftse 100 .FTSE londinese sale
dello 0,82%, il Cac-40 francese .FCHI dello 0,86% e il Dax
tedesco .GDAXI dello 0,79%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tonici i titoli legati all'industria mineraria e alle
materie prime, con l'indice di settore  che guadagna
oltre il 2,5%. Bene a +2,4% il produttore di acciaio
ARCELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione), tra i minerari spiccano TIO TINTO
(RIO.L: Quotazione) a +3,3%, BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione) a +3,1%, ANGLO AMERICAN
(AAL.L: Quotazione) a +2,5% ed XSTRATA a +2,7%.
 * CREDIT AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione) incassa la reazione positiva
all'utile netto da 289 milioni di euro del terzo trimestre, un
risultato superiore alle attese. Il titolo sale del 4,6%.
 * ING ING.AS chiude il trimestre passando dalla perdita
dello scorso anno a 499 milioni di euro di profitto e viene
premiata con un rialzo del 5,5%.
 * Bene anche il resto del settore bancario, con BNP PARIBAS
(BNPP.PA: Quotazione), HSBC (HSBA.L: Quotazione) e DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione) tutte vicine
al punto e mezzo percentuale di rialzo.
 * Il gigante del cemento HOLCIM HOLN.VX guadagna il 4%
sulla forza di un utile netto superiore con le attese e un
outlook positivo sulla domanda in America settentrionale grazie
alle politiche pubbliche di stimolo all'economia. Lo stoxx delle
costruzioni  sale dello 0,8%.
 * Cede invece oltre il 3,5% il produttore di elettronica per
l'industria della difesa francese THALES (TCFP.PA: Quotazione), che ha
mancato le previsioni sui profitti del trimestre e ha lanciato
un warning su quelli della seconda metà dell'anno, data la
difficile situazione dell'industria aerospaziale.