Borse Europa, indici in calo su dati Usa e Wall St, giù banche

giovedì 11 settembre 2008 17:28
 

 LONDRA (Reuters) - Le borse europee si muovono
in territorio negativo negli scambi del pomeriggio, estendendo
le perdite dopo che  Wall Street scambia in negativo,
appesantite dall'ondata di dati Usa, tra cui quelli  relativi
alla bilancia commerciale di luglio che mostrano un deficit
maggiore delle attese.
 Alle 16,30 l'indice Ftseurofirst 300 cede l'1,2% a 1.134,84
punti, dopo avere scambiato a -1,7% a 1.128,52 punti a seguito
dell'annuncio dei dati Usa. L'indice ha ceduto quasi il 25% nel
corso dell'anno.
Le banche, in calo del 2,7%,  sono tra i settori
 peggiori del paniere, con titoli come Credit Agricole, Dexia, Bnp Paribas e
Fortis tutte in calo di oltre il 3%.
 A pesare sull'intero settore Lehman, che cede oltre
il 40 % all'avvio degli scambi Usa. Ieri la banca d'affari Usa
aveva rivelato il piano di vendita della maggioranza delle sue
attività di investment managment e lo spinoff di una quota di
maggioranza dei mutui del settore real estate commerciale.
Tra le principali piazze europee, l'indice inglese FTSE 100 cede l'1,56%, il
tedesco Dax lo 1,08%, mentre
il francese Cac 40 perde l'1,61%.
 Tra i titoli in evidenza oggi:
 * DEUTSCHE BANKè in calo del 4,27% , tra i titoli
più pesanti del settore bancario. Il colosso tedesco
perde terreno anche a seguito di indiscrezioni stampa che
rivelano che la rivale DEUTSCHE POSTBANK ne avrebbe
accettato l'offerta di acquisto, preferendola a quella di BANCO
SANTANDER.
 * Il gruppo che offre servizi legati al lavoro interinale
ADECCO cede oltre il 2,7% dopo la notizia che il
fondatore Klaus Jacobs è mancato dopo una lunga malattia.
 * In calo anche il settore assicurativo, che alsci
sul tappeto il 2,1%. A guidare le perdite AXA che
cede oltre il 4% dopo che Ubs ha ridotto la raccomandazione sul
titolo a "neutral" da "buy". In forte calo anche BRIT INSURANCE, SWISS LIFEe
ADMIRAL GROUP, che
cedono tutte tra l'1,8% e il 4,5%.
 * In calo anche il settore auto, con RENAULT,  PEUGEOU, PORSCHE e DAIMLER
che cedono tutte tra il 2,6 e il 3,8%.
 *Male anche CIBA, che cede il 6,47% sulle voci di
un possibile takeover da parte della rivale CLARIANT e
di una possibile sostituzione dell'AD Armin Meyer.
  * Sul fronte dei rialzi i titoli petroliferi, che
avanza dell0 0,77%. A guidare i rialzi la portoghese GALP, che guadagna oltre
il 6%, e la britannica BG,
che balza del 4,17%. Le due società sono balzate che la loro
partner brasiliana PETROBRAS ha annunciato di aver
valutato le riserve del giacimento di Iara, in Brasile, per
circa 3.4 miliardi di barili. BP possiede il 25% del giacimento,
Galp il 10% e Petrobras le quote restanti.
 * I titoli del settore minerario avanzano dello
0,24%, sostenuti da titoli come  ANGLO AMERICAN guadagna
il 2,6% e KHAZAKMYS avanza del 1,26%. Con il segno meno
invece RIO TINTO, BHP BILLINTON che cedono
rispettivamente l'1,47 e lo 0,65%.