Borse europee viste in calo, occhi su Ubs e su piano banche Usa

martedì 10 febbraio 2009 08:15
 

LONDRA, 9 febbraio (Reuters) - Le borse europee sono attese in calo in avvio dopo la chiusura mista di Wall Street.

Gli spreadbetter finanziari prevedono che il FTSE 100 .FTSE apra in calo di 37-39 punti, ossia fino a un -0,9%, che il DAX .GDAXI scenda di 34-51 punti (l'1,1% massimo) e che il CAC .FCHI apra in ribasso di 35-46 punti (fino a -1,5%).

Il futures sull'Eurostoxx 50 STXEc1 cede l'1,1% nelle prime battute.

Ieri, il FTSEurofirst 300 .FTEU3 è salito dello 0,5% a 830,08 punti, massimo di chiusura dal 13 gennaio.

Il piccolo rally degli ultimi giorni ha ridotto le perdite accumulate dall'indice da inizio anno allo 0,2% dopo il -45% registrato nel 2008.

Occhi su UBS UBSN.VX, che ha annunciato una perdita di 8,1 miliardi di franchi svizzeri per il quarto trimestre contro attese, secondo un sondaggio Reuters, di 7,1 miliardi. L'istituto svizzero ha sottolineato che le condizioni restano difficili. Il titolo è indicato in apertura in calo del 2,9%.

Wall Street ha chiuso contrastata, segnata dal calo del petrolio che ha colpito i titoli energetici e dai giudizi allarmanti di un broker su Coca-Cola e PepsiCo, smussando il rialzo dei titoli finanziari accesi dalle speranze sul piano di salvataggio del governo.

Cresce intanto l'attesa per il pacchetto dell'amministrazione Obama, che dovrebbe essere svelato oggi, in ritardo di un giorno rispetto alle prime previsioni.

Il piano Usa di stimolo all'economia da 827 miliardi di dollari ha vissuto ieri una giornata difficile al Senato. Una sua versione è già stata approvata dalla Camera dei rappresentanti, senza alcun appoggio dai repubblicani.