July 10, 2009 / 1:49 PM / 8 years ago

BORSE EUROPA - Indici negativi, verso quarta settimana in rosso

4 IN. DI LETTURA

                                indici             chiusura
                             alle 15,30      var%       2008 ---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.296,28    -0,68    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        817,65    -0,69      831,97
DJ Stoxx banche .SX7P         172,70    -0,61      149,51
DJ Stoxx oil&gas .SXEP        268,50    -0,80      264,50
DJ Stoxx tech .SX8P           165,86    -0,07      152,86 ---------------------------------------------------------------  LONDRA, 10 luglio (Reuters) - Resta debole l'intonazione delle borse europee che si preparano a chiudere la quarta settimana consecutiva in calo.
 In linea Wall Street, che ha aperto debole come preannunciavano i futures sugli indici.
 I timori sui risultati societari e sulla solidità della ripresa economica mettono sotto pressione in particolare i titoli bancari, mentre il calo dei prezzi delle materie prime pesa su energetici e minerari.
 Intorno alle 15,35 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 scende dello 0,6% dopo il +0,8% incassato ieri; questa settimana il calo supera il 3%, ma è ancora in rialzo del 26% rispetto ai minimi storici toccati lo scorso marzo. 
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * Banche negative con Allied Irish Banks (ALBK.I), Bank of Ireland BKIR.I, Swedbank (SWEDa.ST), HSBC (HSBA.L) e UniCredit (CRDI.MI) in calo tra il 7% e l'1,5%. 
 * In controtendenza Commerzbank (CBKG.DE) (+0,6%) che preannuncia una riduzione di perdite nel secondo trimestre rispetto al primo, ha detto il consigliere Markus Beumer.
 * Scendono i titoli del settore oil sulla scia del calo del greggio CLc1, con cali che coinvolgono BP (BP.L), Royal Dutch Shell (RDSb.L), BG Group BG.L, Tullow Oil (TLW.L), StatoilHydro (STL.OL) e Total (TOTF.PA). Il comparto è influenzato anche dall'outlook deludente di Chevron (CVX.N) annunciato ieri dopo la chiusura di Wall Street.
 * Specularmente la flessione dei prezzi dei metalli principali pesa sui titoli minerari come BHP Billiton (BLT.L), Anglo American (AAL.L), Antofagasta (ANTO.L), Xstrata XTA.L e Eurasian Natural Resources ENRC.L. L'anglo-australiana Rio Tinto (RIO.L) cede il 3,5%; in Cina alcuni dipendenti sono stati accusati di spionaggio.
 * Sale del 4,8% Infineon (IFXGn.DE), che ha annunciato un aumento di capitale da 725 milioni di euro con il supporto del fondo Usa Apollo, che potrebbe rilevare fino al 29% del capitale.
 * Tra le tlc, debole in particolare Telekom Austria (TELA.VI) dopo che UBS ha evidenziato l'incertezza sull'outlook della società per l'anno in corso dopo aver parlato con il management.
 * Tra auto poco mosse scende Renault (RENA.PA), il cui AD Carlos Ghosn, in un'intervista alla radio, ha previsto un 2010 "difficile come il 2009" perchè la crisi del settore in tutto il mondo sta continuando.
 * Spunti positivi sui titoli retailers come Morrison (MRW.L), J. Sainsbury (SBRY.L), Marks & Spencer (MKS.L) e Tesco (TSCO.L).
      

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below