BORSE EUROPA - Indici in calo, pesano materie prime, giù banche

martedì 10 febbraio 2009 10:22
 

                                indici              chiusura
                              alle 10,15    var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.308,99     -1,70    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        818,14     -1,44      831,97
DJ Stoxx banche          134,22     -2,28      149,51
DJ Stoxx oil&gas         286,77     -1,66      264,50
DJ Stoxx tech            160,00     -2,30      152,86
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 10 febbraio (Reuters) - Borse europee in calo a
inizio seduta, messe sotto pressione dal ribasso del settore
delle materie prime sui persistenti timori di una flessione
della domanda di metalli e petrolio; si girano in negativo anche
le banche, con UBS UBSN.VX in altalena dopo la diffusione dei
risultati.
 Intorno alle 10,15 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede l'1,4%
dopo il contenuto rialzo di ieri mentre, tra i singoli listini,
l'indice Ftse 100 britannico .FTSE scende dell'1,69%, il Cac
francese .FCHI perde l'1,67% e il Dax tedesco .GDAXI arretra
dell'1,82%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
* Scendono i titoli minerari, con BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione),
ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione), VEDANTA RESOURCES (VED.L: Quotazione), XSTRATA
XTA.L, ANTOFAGASTA (ANTO.L: Quotazione) e RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) in calo del 4%
e oltre. 
 * UBS cede il 2,6% dopo un ottovolante che l'ha portata
anche in rialzo di circa il 6%. La banca ha annunciato una
perdita netta nel quarto trimestre di 8,1 miliardi di franchi
svizzeri, deludendo le attese, e ha previsto tagli per altri
2.000 dipendenti.
 "Nel complesso i numeri di UBS sembrano deludenti", dice
Chris Hossain di ODL Securities che nota però anche il dato
positivo dei flussi netti giunti dalle divisioni di wealth e
asset management.
 * Anche le altre banche si sono girate in negativo, con
Dexia (DEXI.BR: Quotazione) in calo dell'1%, Lloyds (LLOY.L: Quotazione) del 2% e Royal
Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione) del 2,4%.
 * Buon rialzo per la società del Bluetooth CSR CSR.L sulle
notizie dell'acquisizione, carta contro carta, di SiRF SIRF.O
e di un contratto vinto con Nokia NOK1.HE, che hanno messo in
secondo piano risultati trimestrali sulla parte bassa degli
obiettivi.
 * Cede quasi il 5% la società tecnologica tedesca Singulus
SNGG.DE dopo che i risultati preliminari sull'intero esercizio
hanno mostrato un andamento debole dei nuovi ordini nel quarto
trimestre.