BORSE EUROPA - Indici negativi ma banche recuperano su Barclays

lunedì 9 febbraio 2009 09:39
 

                                indici              chiusura
                              alle 9,40     var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.333,78     -0,42    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        824,41     -0,23      831,97
DJ Stoxx banche          136,97     +0,68      149,51
DJ Stoxx oil&gas         287,52     -1,05      264,50
DJ Stoxx tech            161,58     -1,28      152,86
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 9 febbraio (Reuters) - Le borse europee si muovono
in lieve ribasso, in attesa di conoscere il destino dei piani di
salvataggio economico dell'amministrazione Obama.
 In settimana è previsto il passaggio in Senato del pacchetto
da oltre 800 miliardi di dollari già approvato dalla Camera,
mentre domani alle 17,00 il segretario del Tesoro Timothy
Geithner annuncerà l'atteso piano di aiuto alle banche Usa.
 Particolarmente negativi in apertura di borsa tecnologici e
energetici, mentre le banche sono girate in positivo sostenute
dai risultati superiori alle attese dell'inglese BARCLAYS
(BARC.L: Quotazione).
 Intorno alle 9,40 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede lo 0,2%, mentre, tra i singoli listini, l'indice
Ftse 100 britannico .FTSE è piatto, il Cac francese .FCHI
arretra dello 0,3% e il Dax tedesco .GDAXI dello 0,45%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) vola del 10% dopo aver chiuso il 2008
con un utile sopra le attese di 6,1 miliardi di sterline. La
banca inglese subisce comunque una contrazione del 14% dopo
oneri per 5,4 miliardi di sterline su sofferenze e altri crediti
e ha previsto un 2009 "difficile".
 * RENAULT (RENA.PA: Quotazione) e PEUGEOT PEPA.PA salgono
rispettivamente del 2 e del 3,5% sulla scia delle indiscrezioni
dei quotidiani francesi Echos e le Figarò secondo cui il
presidente francese Nicolas Sarkozy dovrebbe annunciare prestiti
da 6 miliardi di euro per aiutare le due case automobilistiche.
Le due società scontano tuttavia le previsioni di perdita della
rivale giapponese Nissan.
 * Si complica il piano di acquisto da parte di BNP PARIBAS
(BNPP.PA: Quotazione) - in lieve rialzo dello 0,5% - di una quota delle
azioni di FORTIS FOR.BR - in calo dell'1,5% - dopo che
l'assicuratore cinese Ping An ha dichiarato l'intenzione di
votare contro lo smantellamento del gruppo belga-olandese di cui
è l'azionista di maggioranza.
 * ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) sale del 5% nonostante
l'indignazione scatenata ieri nel Regno Unito dalla possibilità
che l'istituto premi il suo staff con bonus miliardari in
periodo di crisi e crescente disoccupazione.
 * UBS UBSN.VX e CREDIT SUISSE CSGN.VX, secondo i
quotidiani svizzeri, annunceranno in settimana perdite record
nel 2008 e Ubs rivelerà l'intenzione di tagliare migliaia di
posti di lavoro. I titoli si muovono rispettivamente in rialzo
dello 0,3% e in calo dell'1,11%.
 * DNB NOR DNBNOR.OL, il maggior gruppo bancario norvegese,
balza di oltre il 5% dopo l'annuncio di ieri del governo su un
pacchetto da 14,63 miliardi di dollari per incoraggiare la
ripresa dei prestiti.