BORSE EUROPA positive, risale Deutsche Bank

mercoledì 28 settembre 2016 11:37
 

INDICI                         ORE 11,30   VAR %     CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                    2989         0,61    3267,51
 STOXX 600                       341,94      0,51     365,81
 STOXX BANCHE                    138,84      0,61     182,63
 STOXX OIL&GAS                   271,05      0,5      262,31
 STOXX ASSICURAZIONI             233,57      0,67     285,56
 STOXX AUTO                      478,85      1,01     565,06
 STOXX TLC                       295,77      0,35     347,10
 STOXX TECH                      366,76      0,73     355,86
 
    LONDRA, 28 settembre (Reuters) - Le borse europee sono positive oggi, spinte
dai guadagni nel settore delle materie prime, mentre Deutsche Bank si lascia
alle spalle il minimo storico toccato nella seduta di ieri dopo che la società
ha escluso la necessità di un aumento di capitale.
    L'indice paneuropeo STOXX 600 alle 11,30 italiane sale dello 0,51%
a 341,94 punti.
    Per quanto riguarda le singole piazze, l'indice britannico FTSE 100 
sale dello 0,5%, il tedesco DAX dello 0,75% e il francese CAC 40
 dello 0,6%. 
    I prezzi del greggio sono in aumento dopo le forti perdite registrate ieri,
con i dati che mostrano una riduzione a sorpresa delle scorte Usa di greggio,
nonostante i timori che non si raggiunga un accordo tra i produttori.
    ** La società petrolifera britannica Tullow Oil sale di oltre il
3,4%.
    ** Nel settore minerario Anglo American, Rio Tinto e BHP
Billiton guadagnano tra l'1,85% e il 2,55%.
    ** Deutsche Bank guadagna l'1,75% dopo che il CEO John Cryan ha
escluso un possibile aumento di capitale e ha smentito la notizia secondo cui la
banca tedesca avrebbe chiesto aiuti di stato per gestire la richiesta di 14
miliardi di dollari di multa da parte degli Usa, in relazione alla vendita di
titoli garantiti da mutui immobiliari.
    Goldman Sachs, che ha un rating 'neutral' su Deutsche Bank, stima che la
banca pagherà tra 2,8 e 8,1 miliardi di dollari per risolvere la questione. "Con
l'erodersi della fiducia, è importante chiudere prima di fine anno", ha spiegato
Goldman in una nota.
    ** Sempre nel settore bancario, Royal Bank of Scotland sale dello
0,3% circa dopo che la banca britannica ha patteggiato il pagamento di 1,1
miliardi di dollari per chiudere con gli Usa cause relative alla vendita di
strumenti finanziari con sottostanti mutui ipotecari.
    **  TUI guadagna l'1,66%: la società del settore viaggi ha
ritoccato al rialzo l'outlook dell'utile annuale.
    **  Kone perde il 3,4%: il produttore finlandese di ascensori ha
mantenuto invariati i target.
    ** Sainsbury lascia sul terreno quasi il 3,4%: la seconda catena di
supermercati britannica ha riportato un altro calo nelle vendite trimestrali e
ha detto di non aspettarsi un cambiamento delle condizioni del mercato a breve.
    
    
     Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni,
grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la
parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia".
     Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia