BORSE EUROPA verso peggiore settimana da 3 mesi, tonfo Deutsche Bank

venerdì 16 settembre 2016 13:40
 

INDICI                         ORE 13,30   VAR %     CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                    2937,34     -1,23    3267,51
 FTSEUROFIRST300                1328,26     -0,81    1437,53
 STOXX BANCHE                    139,5      -2,12     182,63
 STOXX OIL&GAS                   270,65     -1,56     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI             230,84     -1,12     285,56
 STOXX AUTO                      473,25     -1,68     565,06
 STOXX TLC                       291,2       0,55     347,10
 STOXX TECH                      352,61     -1,01     355,86
 
    LONDRA, 16 settembre (Reuters) - Le borse europee si avviano oggi a chiudere
la peggiore settimana da tre mesi, con il settore finanziario zavorrato da
Deutsche Bank dopo la notizia che il governo Usa chiede miliardi di dollari per
chiudere un'indagine.
    L'indice paneuropeo STOXX 600 alle 13,30 italiane scende dello
0,75% a 337,78 punti.
    Per quanto riguarda le singole piazze, l'indice britannico FTSE 100 
scende dello 0,33%, il tedesco DAX dell'1,28% e il francese CAC 40
 dell'1,12%.    
    ** Deutsche Bank perde l'8,1% circa, il calo maggiore all'interno
dello STOXX 600, dopo che la banca tedesca ha dichiarato che il Dipartimento
della Giustizia Usa chiede 14 miliardi di dollari per chiudere un'indagine
riguardante la vendita di titoli legati ai mutui immobiliari.
    Sebbene al momento non sia chiaro quale sarà la somma che la banca dovrà
effettivamente versare, con ogni probabilità si tratterà di un colpo molto duro
alle sue già fragili finanze e alla fiducia degli investitori.
    "La sorpresa per il mercato non è che debbano pagare, ma è legata alla forte
somma", ha commentato Ronny Claeys, senior strategist di KBC Asset Management a
Bruxelles. "Si spera siano cose del passato. Deutsche Bank è una delle poche
banche che devono ancora pagare, ma non cambia la visione del settore in
generale".
    ** Sotto pressione altri titoli finanziari. L'indice europeo delle banche
 scende del 2,1%, zavorrato da cali compresi tra il 2,7% e il 5,5% dei
titoli di Royal Bank of Scotland, Credit Suisse e UBS.
    ** Perde terreno anche il settore energetico, dopo il calo dei prezzi del
greggio sui timori che il numero delle trivelle Usa continui a salire e che la
ripresa delle esportazioni da parte di Libia e Nigeria contribuisca al surplus
globale.
    L'indice europeo Oil and Gas perde l'1,5%. Royal Dutch Shell
 e BP scendono rispettivamente dello 0,7% e dell'1,1%.    
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia