BORSE EUROPA positive, brilla Syngenta dopo via libera Usa a Opa ChemChina

lunedì 22 agosto 2016 12:02
 

INDICI                           ORE 11,45   VAR %    CHIUS 2015
 EUROSTOXX50                      2978,35      0,34    3267,52
 FTSEUROFIRST300                  1344,16      0,33    1437,53
 STOXX BANCHE                      134,31      0,99     182,63
 STOXX OIL&GAS                     282,55     -0,3      262,31
 STOXX ASSICURAZIONI               227,51      0,93     285,56
 STOXX AUTO                        482,96      0,67     565,06
 STOXX TLC                         300,12      0,88     347,10
 STOXX TECH                        357,08      0,28     355,86
 
    LONDRA, 22 agosto (Reuters) - Le borse europee sono spinte al rialzo
dall'annuncio che l'Opa lanciata dai cinesi di ChemChina sul gruppo chimico
farmaceutico Syngenta ha avuto il via libera dalle autorità
statunitensi.
    L'indice europeo STOXX 600, che aveva chiuso in perdita la
settimana scorsa, oggi a metà seduta sale dello 0,8%, con quasi tutti i settori
in nero salvo gli indici dei titoli energetici. I mercati mostrano i
caratteristici volumi sottili del periodo estivo.  
    ** I titoli del gruppo farmaceutico svizzero Syngenta, specializzato in
fitofarmaci e sementi, guadagnano l'11,9%, dopo che le autorità americane che
controllano gli investimenti esteri hanno dato il via libera all'accordo fra la
società e ChemChina firmato a febbraio, e quindi all'offerta della compagnia
cinese da 43 miliardi di dollari.
    ** Le azioni della società irlandese Kingspan salgono di oltre il
5% dopo la diffusione di risultati semestrali superiori alle aspettative. La
società ha anche detto che di non prevedere effetti a causa della Brexit. 
    ** Calano oltre il 3% invece i titoli del gruppo Getinge, società
svedese di apparecchiature mediche, a causa dell'uscita dell'AD, Alex Myers, che
ha lasciato l'incarico dopo appena 17 mesi per divergenze con gli altri membri
del Cda.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia