BORSE EUROPA in netta salita con minerari, rimbalzano da minimi

martedì 19 gennaio 2016 11:40
 

LONDRA, 19 gennaio (Reuters) - 
 INDICI                       ORE 11,30   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                  2988,32     1,8      3267,52
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1317,37     1,86     1437,53
 STOXX BANCHE                 157,85      1,18     182,63
 STOXX OIL&GAS                239,49      2,38     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI          261,45      1,91     285,56
 STOXX AUTO                   477,59      1,31     565,06
 STOXX TLC                    325,42      1,71     347,10
 STOXX TECH                   334,15      2,16     355,86
 
    L'azionario europeo rimbalza questa mattina dai minimi degli
ultimi 13 mesi visti ieri, con minerari ed energetici che
guidano il mercato in netto rialzo a seguito della risalita dei
prezzi di petrolio e metalli dopo i dati sulla crescita cinese.
    Alle 11,30 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
 segna +1,86%.
    Lo STOXX Europe 600 Basic Resources, di cui fanno
parte i principali titoli minerari europei, registra un +5,04%,
mentre l'oil and gas un +2,38%, sulla scia dei progressi
registrati oggi dai prezzi di commodity come il petrolio, il
rame, il nickel e l'alluminio.
    Anglo American, Glencore, Rio
Tinto e BP mettono a segno guadagni tra il 2,5 e
l'8,9% dopo che i dati sulla crescita cinese - maggior
consumatore di materie prime del mondo - sono risultati fiacchi
ma non peggiori delle attese. 
    "Con dati così deboli, ci si attendono nuove misure di
stimolo. E questo sta sostenendo l'appetito degli investitori al
rischio", commenta Philippe Gijsels, capo della ricerca di BNP
Paribas Fortis Global Markets a Bruxelles.
    Credit Agricole balza del 5,2% dopo aver
confermato la notizia secondo cui ha intenzione di vendere le
quote di numerose banche regionali per rafforzare il suo
capitale e far salire i dividendi. 
    Prudential sale del 2,3% dopo aver comunicato un
capital-ratio appena sopra le attese. 
    In controtendenza la danese Novozymes sprofonda
del 12% dopo aver dimezzato le previsioni di vendita a lungo
termine. 
    Alstom perde quasi il 9%, peggior performance
giornaliera degli ultimi due anni, con i trader che parlano di
vendite tecniche legate al programma di buyback da 3,2 mld di
euro. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia