BORSE EUROPA in netto calo con petrolio a metà seduta

venerdì 15 gennaio 2016 12:17
 

LONDRA, 15 gennaio (Reuters) - 
 INDICI                       ORE 12,05   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                  2981,64     -1,4     3267,52
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1310,28     -1,8     1437,53
 STOXX BANCHE                 161,86      -2,25    182,63
 STOXX OIL&GAS                235,37      -3,04    262,31
 STOXX ASSICURAZIONI          260,56      -1,62    285,56
 STOXX AUTO                   473,64      -2,38    565,06
 STOXX TLC                    326,17      -1,34    347,10
 STOXX TECH                   330,95      -2,12    355,86
 
    L'azionario europeo è in deciso ribasso a metà seduta oggi,
fiaccato dall'inarrestabile discesa del petrolio - sotto i 30
dollari al barile - che colpisce in particolare i titoli
minerari.
    ** BHP Billiton scende del 6%, peggior titolo del
paniere europeo FTSEurofirst 300, dopo aver detto che
rivedrà il valore dei suoi asset in Usa, rafforzando le attese
secondo cui taglierà il suo dividendo per la prima volta in 25
anni. 
    ** Lo STOXX Europe 600 Basic Resources perde il
4,4%, con Rio Tinto, Glencore e Antofagasta
 tra i più deboli.
    ** Tutti e quattro i titoli risentono anche del taglio di
target price da parte della giapponese Nomura.
    ** Il rame ha segnato il minimo degli ultimi sei anni e
mezzo questa settimana e si prepara a nuovi ribassi.
    ** Anche il settore oil and gas è sotto pressione,
con un ribasso che supera il 3%, dopo che il greggio è sceso
sotto i 30 dollari al barile.
    ** Le preoccupazioni legate alle commodities e alla crescita
in Cina hanno funestato l'inzio dell'anno per i mercati
azionari. L'indice della borsa cinese è sceso ai minimi dal
2014.
    ** Alle 12,05 italiane l'FTSEurofirst 300 segna -1,8%, terza
sessione negativa di fila. L'indice paneuropeo ha perso il 6,7%
la scorsa settimana in seguito soprattutto alla svalutazione
dello yuan cinese.
    ** "L'estrema volatilità del prezzo del petrolio e la
situazione cinese rendono i mercati molto nervosi...
probabilmente non vedremo una stabilizzazione prima di
febbraio", commenta Zeg Choudhry di Lontrad.
    ** Tra gli altri titoli in ribasso, Brenntag 
perde più del 5% dopo che Deutsche Bank ha tagliato la
raccomandazione sul titolo a "hold" da "buy".
    ** Sale invece H&M (+2,6%) dopo che le vendite in
dicembre sono andate meglio del previsto. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia