BORSE EUROPA in deciso calo su preoccupazioni economia cinese

mercoledì 6 gennaio 2016 11:12
 

LONDRA, 6 gennaio (Reuters) - 
 INDICI                         ORE 10,50   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                    3152,82     -0,79    3146,43
 FTSEUROFIRST300                1398,61     -0,83    1368,52
 STOXX BANCHE                   177,31      -0,82    188,77
 STOXX OIL&GAS                  255,99      -0,86    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI            275,77      -0,42    250,55
 STOXX AUTO                     529,08      -1,63    501,31
 STOXX TLC                      341,02      -0,07    320,05
 STOXX TECH                     345,52      -0,73    312,18
 L'azionario europeo si muove in ribasso per le numerose fonti di
preoccupazioni che avvolgono l'area. L'andamento dell'economia
cinese, malgrado il rialzo della borsa di Shanghai, continua a
suscitare perplessità, anche perché le autorità non svelano le
misure annunciate per sostenerla. 
    Oggi c'è stato anche un ulteriore ripiegamento dello yuan,
che si è accompagnato questa mattina all'annuncio del successo
della primo test nucleare da parte della Corea del Nord.
Annuncio che riaccende le preoccupazioni per la stabilità
geopolitica dell'area.
    ** Alle 11,40 italiane il paneuropeo FTSEurofirst 300
 segna -0,7% dopo aver aperto in lieve calo, -0,1%,
questa mattina.
    ** L'indice CSI300 delle principali compagnie di
Shanghai e Shenzhen ha chiuso in rialzo del 2,3%. Secondo
indiscrezioni di stampa odierne il governo cinese potrebbe
prorogare il divieto di vendere azioni da parte dei principali
azionisti delle società quotate fino a che non saranno varate
nuove regole per le borse. 
    ** La debolezza dello yuan, dopo la decisione della banca
centrale cinese di fissare un midpoint più basso, si sta facendo
sentire sulle azioni del settore minerario europeo: una moneta
debole fa prevedere un'economia in rallentamento e quindi minori
richieste di materie prime. 
    ** Lo STOXX Europe 600 Basic Resources perde oltre
il 2% dopo che ieri aveva segnato, in corsa di seduta, un
guadagno equivalente. Anglo American, BHP Billiton
 e Glencore registrano cali tra l'1,5 e il 3,9%.
    ** La francese Orange ha confermato di aver
ripreso i colloqui preliminari con la rivale Bouygues Telecom
 per un possibile merger che porterebbe alla nascita di
 una compagnia con oltre il 50% delle linee fisse e mobili del
paese. Orange sembra l'unica ad avvantaggiarsi nella situazione
in corso di seduta segna +0,59%. Tutti gli altri titoli
telefonici invece sembrano pagare anche la debolezza del
mercato: Bouygues -1,1%, Altice perde oltre l'1% e
Numericable il 3,9%%. L'indice di settore europeo è in
calo intorno allo 0,3%.   
    ** Continua la saga del gruppo Volkswagen che
con i suoi vertici continua a mostrare tranquillità per il
confronto con le autorità americane dopo lo scandalo delle auto.
Oggi il responsabile del brand Herbert Diess, nel corso di una
conferenza stampa in Nevada, si è detto convinto di poter
trovare una soluzione accettabile" anche se questa sarà più
facile per i modelli più nuovi rispetto ai vecchi. Il titolo
guadagna l'1,7% dopo che nell'ultima seduta aveva perso oltre il
6%. Ieri il Dipartimento della Giustizia Usa ieri ha citato in
giudizio la società per 90 miliardi di dollari per aver violato
le leggi sull'ambiente, quattro mesi dopo lo scandalo sulle
emissioni truccate.
   
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia