BORSE EUROPA deboli con minerari e auto, balza SABMiller

martedì 13 ottobre 2015 12:22
 

INDICI                       ORE 12,00   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3203,8      -1,34    3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1411,13     -1,34    1368,52
 STOXX BANCHE                 189,29      -2,27    188,77
 STOXX OIL&GAS                281,97      -2,02    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          262,92      -1,7     250,55
 STOXX AUTO                   505,18      -2,59    501,31
 STOXX TLC                    329,46      -1,9     320,05
 STOXX TECH                   322,71      0,59     312,18
    
    MILANO, 13 ottobre (Reuters) - Le borse europee restano in
calo a metà seduta, fiaccate dai dati sull'import cinese e dallo
Zew tedesco, nonostante il balzo di SABMiller dopo che
ha accettato l'offerta di acquisto da oltre 100 miliardi di
dollari da parte della rivale Anheuser-Busch.
 
    Alle 12 italiane il FTSEurofirst 300 perde l'1,34%
a 1411,13 punti.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE
100 segna -0,84%, il Dax tedesco -1,2%, mentre
il francese CAC 40 scende dell'1,6%.
    Il comparto auto e quello delle banche sono
tra i più deboli, anche dopo il dato Zew tedesco sotto le
attese.
    L'export cinese è sceso meno del previsto in settembre, ma
un netto calo dell'import ha lasciato interdetti gli economisti
sulla ripresa o meno del settore. 
    "L'export mostra un rimbalzo salutare, ma l'import debole
indica che l'economia cinese sta ancora lottando per
riprendersi", commenta Markus Huber di Peregrine & Black.
    Tra gli altri titoli in evidenza:
    SABMiller sale del 9% e Anheuser-Busch del 3,8%.
    SAP è in rialzo di quasi il 5% dopo aver riportato
una crescita del 19% nell'utile operativo del terzo trimestre,
ben oltre le più rosee aspettative degli analisti.
    LVMH cede invece il 3% dopo risultati misti nello
stesso trimestre.
    Credit Suisse perde il 2,6% e UBS il 2,4
dopo notizie secondo cui il ministero delle Finanza svizzero
inasprirà i requisiti sui capitali. 
    Anche i titoli delle banche portoghesi sono deboli per la
seconda giornata consecuita a causa dell'incertezza politica
seguita al voto. Banco Comercial lascia sul terreno
l'8% e Banco BPI oltre il 4.
    Leoni, produttore tedesco di impianti elettrici
per auto, è ai minimi degli ultimi 23 anni dopo aver lanciato un
allarme sugli utili 2015 e 2016 e tagliato le previsioni sulle
vendite del prossimo anno, citando problemi nel suo settore
Wiring Systems. JP Morgan ha abbassato la raccomandazione sul
titolo. 
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia