BORSE EUROPA senza direzione, poco sopra la parità

martedì 6 ottobre 2015 12:20
 

INDICI                        ORE 12,00   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3199,33     0,28     3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1415,17     0,16     1368,52
 STOXX BANCHE                     191,94      0,15     188,77
 STOXX OIL&GAS                    275,7       0,41     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              264,42      0,13     250,55
 STOXX AUTO                       482,09      1,55     501,31
 STOXX TLC                        335         -0,1     320,05
 STOXX TECH                       320,99      0,46     312,18
    
    LONDRA, 6 ottobre (Reuters) - Le borse europee sono poco mosse e senza una
precisa direzione a metà seduta dopo il forte rialzo registrato ieri.
    Alle 12,00 italiane l'indice paneuropeo FTSEuroFirst 300 segna
+0,16% dopo aver chiuso ieri con un progresso del 3% a 1.412,97 punti, miglior
performance giornaliera da agosto.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE 100 
segna -0,17%, il Dax tedesco +0,39%, mentre il francese CAC 40 
sale dello 0,4.
    A inizio mattinata il segno degli indici era stato prevalentemente negativo,
soprattutto per il Dax, dopo dati sugli ordini all'industria tedeschi negativi,
a sorpresa, in agosto.
    Volkswagen  continua ad essere sotto pressione e perde
circa il 3% oggi dopo aver ammesso che otto milioni di suoi veicoli diesel erano
dotati di software in grado di truccare i test Ue sulle emissioni.
 
    Joe Rundle, capo del trading di ETX Capital, ritiene che i problemi di
Volkswagen potrebbero pesare sul Dax e sull'economia tedesca. "L'economia
tedesca non è in piena ripresa. Non ci sono problemi significativi, ma qualche
tentennamento. E lo scandalo Volkswagen si allarga, allora il brand Germania
potrebbe perdere il suo appeal", spiega, aggiungendo però di non essere così
preoccupato nel lungo periodo.
    
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    Il peggiore è Glencore, in calo di quasi il 5% dopo un balzo di oltre il 20%
ieri, nella sua migliore performance giornaliera di sempre.
    TeliaSonera perde il 3% dopo che un quotidiano ha scritto che le
autorità Usa potrebbero chiedere danni per 961 mln di dollari all'operatore tlc
svedese in relazione ad un'inchiesta su presunti fatti di corruzione in
Uzbekistan. 
    La francese Bouygues Telecom sale del 2% dopo aver annunciato che
punta a migliorare vendite e margini nei prossimi anni. 
    Sul fronte nagativo anche SABMiller cede il 2% dopo risultati non
soddisfacenti, impattati in particolare da movimenti valutari. 
    
   
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia