BORSE EUROPA recuperano da minimi apertura, mercato volatile su Grecia

martedì 30 giugno 2015 12:36
 

LONDRA, 30 giugno (Reuters) - 
 INDICI                           ORE 12,20   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3481,44     0,36     3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1528,07     -0,14    1368,52
 STOXX BANCHE                     214,81      0,46     188,77
 STOXX OIL&GAS                    308,77      -0,92    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              274,66      -0,03    250,55
 STOXX AUTO                       619,47      0,36     501,31
 STOXX TLC                        372,79      -0,01    320,05
 STOXX TECH                       343,77      -0,3     312,18
 
    Le borse europee recuperano terreno a metà seduta, in un
mercato volatile che segue col fiato sospeso l'evolversi della
crisi greca, dopo che ieri Atene ha ufficialmente annunciato che
non rimborserà il prestito Fmi da 1,6 miliardi di euro in
scadenza oggi.
    Alle 12,20 italiane il paneuropeo FTSEurofirst 300 
segna un calo dello 0,14% a quota 1528,07, dopo aver lasciato
sul terreno il 2,8% nella sessione di ieri.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE
100 segna -0,44%, il Dax tedesco -0,02%, mentre
il francese CAC 40 perde lo 0,04. La borsa di Atene è
chiusa sino a lunedì compreso.
    A spingere un po' gli indici, la notizia rilanciata da un
quotidiano greco secondo cui il premier greco Alexis Tsipras
starebbe valutando una proposta dell'ultimo minuto della
Commissione europea, che includerebbe un alleggerimento del
carico del debito in ottobre e nuove concessioni sul fronte
delle integrazioni ai redditi più bassi, riporta il giornale,
senza specificare fonti.
     "La Grecia quasi sicuramente andrà in default", commenta
David Stubbs, Global Market strategist di J.P. Morgan Asset
Management. "Dopo di che, il Paese e l'Eurozona entreranno nel
regno dell'incerto".
     In termini di perdite l'azionario dell'area euro ha
registrato ieri la peggior performance dal 2011, con i titoli
bancari dell'Europa mediterranea particolarmente penalizzati
dopo la chiusura delle banche da parte di Atene e l'imposizione
di controlli sui capitali. 
     L'indice del comparto bancario europeo guadagna
l'1,6%, dopo aver perso ieri il 5,8%. Gli investitori dicono che
mentre nel breve termine la situazione resta volatile, nel lungo
il settore resta supportato dagli acquisti di asset da parte
della Bce.
    Tra gli altri comparti, da segnalare la debolezza di quello
del lusso, con Christian Dior in ribasso del 4,7%, il
titolo peggiore dell'FTSEurofirst 300. LVMH e Tod's
 cedono rispettivamente il 2,8 e il 2% dopo che le
raccomandazioni su tutti e tre i titoli sono stati declassate da
Bank of America/Merrill Lynch per aver abbassate le loro stime
sugli utili.
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia