BORSE EUROPA su max 3 settimane, credono in accordo su Grecia

martedì 23 giugno 2015 12:09
 

INDICI                       ORE 12,00   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3635,72     1,1      3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1583,61     1,15     1368,52
 STOXX BANCHE                 222,54      1,05     188,77
 STOXX OIL&GAS                319,67      1,08     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          283,85      1,25     250,55
 STOXX AUTO                   644,18      1,35     501,31
 STOXX TLC                    385,65      1,51     320,05
 STOXX TECH                   362,92      1,43     312,18
 
    LONDRA, 23 giugno (Reuters) - Le borse europee restano in
rialzo a metà seduta sui massimi delle ultime tre settimane, con
gli investitori che credono in un imminente accordo tra Grecia e
creditori internazionali.
    Atene ha fatto ieri un passo indietro rispetto alla
prospettiva di default, grazie alla presentazione di una nuova
proposta di bilancio accolta dai partner della zona euro come
una buona base per una possibile intesa con i creditori
internazionali che sblocchi, già nei prossimi giorni, i fondi
necessari a evitare la bancarotta del Paese.
    L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 sale
dell'1,15% a 1583,61 punti alle 12,00 italiane, il livello più
alto dallo scorso giugno.
    L'indice Euro STOXX 50 sale dell'1,1%, ai
massimi da tre settimane, dopo aver guadagnato ieri il 4,1%, il
rialzo percentuale su base giornaliera più forte dall'agosto
2012.
    Tra le singole piazze l'indice britannico FTSE 100 
guadagna lo 0,24%, il tedesco DAX l'1,04% e il francese
CAC40 l'1,22%.
    La borsa di Atene sale del 2,6% dopo aver messo a
segno un +9% ieri, mentre l'indice del comparto 
registra un progresso del 6,1% dopo il rally di ieri (+21%).
    "Non c'è ancora un'intesa, ma una montagna di ottimismo sul
fatto che ci siamo vicini. E questo viene dall'esperienza, che
ci dice che in situazioni simili sono arrivati accordi
dell'ultimo minuto", commenta Mike van Dulken, capo della
ricerca di Accendo Markets.
    Tra i singoli titoli in evidenza, la britannica Bunzl
 perde l'1,8% dopo aver annunciato un rallentamento
della crescita nel primo semestre. 
    Numericable-SFR cede il 2,3% dopo che il ministro
dell'Economia francese ha fatto sapere l'offerta di Altice
 per Bouygues rischia di creare un operatore
"too big to fail" mettendo a repentaglio posti di lavoro Altice
è azionista di maggioranza di Numericable-SFR, secondo operatore
di telefonia mobile francese. 
    Il bookmaker inglese Ladbrokes balza invece di oltre
il 10% dopo aver confermato di essere in colloqui per un merger
con Gala Coral Group.    
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia