BORSE EUROPA - Indici in calo in scia Wall Street, timore utili

mercoledì 8 aprile 2009 09:45
 

                               indici              chiusura
                              alle 9,30   var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.132,62    -1,52     2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        750,81    -1,3       831,97
DJ Stoxx banche          134,03    -2,21      149,51
DJ Stoxx oil&gas         253,18    -1,27      264,50
DJ Stoxx tech            153,67    -1,46      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 8 aprile (Reuters) - Le borse europee ritracciano
ancora, sulla scia della brutta chiusura a Wall Street e sulle
piazze asiatiche, con realizzi soprattutto sulle banche.
 Dopo le prime battute l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3
cede l'1%, ma è ancora sopra del 16% rispetto al minimo toccato
il 9 marzo. Tra le singole piazze l'inglese Ftse 100 .FTSE
cede l'1,2%, il Dax tedesco .GDAXI l'1% e il Cac 40 .FCHI
l'1,5%.
 "C'è nervosismo per la tornata di trimestrali appena
cominciata negli Usa" con Alcoa (AA.N: Quotazione), dice uno strategist
della NCB Stockbrokers di Dublino.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Pesanti i bancari, con BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione), DEUTSCHE
BANK (DBKGn.DE: Quotazione), HSBC (HSBA.L: Quotazione) e SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione) che
cedono più dell'1%.
 * Ribasso del 5% per CAP GEMINI (CAPP.PA: Quotazione), che ha annunciato
la prossima emissione di bond convertibili per circa 500
milioni.
 * Meno 8% per PERNOD RICARD (PERP.PA: Quotazione), che ha annunciato un
aumento di capitale per un miliardo e la vendita della marca di
bourbon Wild Turkey a Campari (CPRI.MI: Quotazione), per 433 milioni.
 * Realizzi su BANK OF IRELAND (BKIR.I: Quotazione) e IRISH BANKS
(ALBK.I: Quotazione), dopo che Moody's ha abbassato i loro rating e il
governo, ieri sera, ha annunciato la creazione di una 'bad bank'
che riunirà fino a 90 miliardi di asset legati a prestiti
rischiosi.
 * Calo del 4,5% per THYSSENKRUPP (TKAG.DE: Quotazione), che soffre per
il downgrade di Deutsche Bank sul comparto dei produttori
tedeschi di acciaio.
 * Resistono, tra i pochissimi titoli positivi, alcuni
difensivi come quelli del settore healthcare. Brillano, in
particolare, ELAN ELN.I e GLAXOSMITHKLINE (GSK.L: Quotazione).