Borse Europa, indici in netto rialzo dopo salvataggio agenzie

lunedì 8 settembre 2008 16:21
 

MILANO (Reuters) - Giornata all'insegna della positività per le borse europpe, contagiate dall'euforia di Wall Steet dopo la notizia del nuovo intervento del governo Usa per salvare Fannie Mae e Freddie Mac.

L'amministrazione americana ha annunciato ieri sera di aver posto sotto controllo federale i due colossi dei mutui.

La notizia ha portata beneficio a tutto il settore bancario che batte in terreno nettamente positivo a +7,53%. Tra le performance migliori spiccano quelle di Royal Bank of Scotland e Ubs, salite del 12%, mentre BNP Paribas è arrivata a +9% e Banco Santander a quasi +7%.

Sulla scia delle banche volano anche gli assicurativi con un indice in rialzo di quasi il 6%. In prima posizione la francese Axa con oltre +12%, spinta anche dalle attese positive sul nuovo fondo indiano Bharti. Bene anche il comparto auto che sale del 2,67%.

I titoli energetici beneficiano del rialzo del prezzo del petrolio, che guadagna quasi 2 dollari e sostiene l'incremento dell'indice di settore a +3,26. Tra i titoli migliori Dragon oil in rialzo del 9,45%

Per quanto riguarda le singole piazze intorno alle 15,45 il FTSEurofirst 300 sale del 3,61%, l'indice inglese FTSE 100 avanza del 3,81%, il tedesco Dax del 2,76% e il francese Cac 40 dello 0,53%%.

Tra i titoli in evidenza oggi

*ITV è arrivato a toccare un rialzo del 6,6% nelle prime battute nella piazza londinese, sulla scia delle dichiarazioni di Gina Nieri, membro del cda di Mediaset, che ha detto che il gruppo televisivo italiano sta guardando ad alcune possibili acquisizioni, tra cui l'emittente inglese.

* A Londra - dove sono continuati problemi nel sistema informatico della borsa - la giornata è positiva anche per i titolo del settore costruzioni.

* RENAULT sale di oltre il 3% dopo che un portavoce ha ribadito che la casa automobilistica non rivedrà al ribasso i target di profitto 2009, pur confermando i rischi per il target delle vendite già preannunciati a luglio. La dichiarazione rispondeva a indiscrezioni di Le Monde secondo cui Renault sarà costretta a tagliare 4.000 posti di lavoro e mancherà gli obiettivi di vendita 2009.

*FRAPORT è salita di oltre il 5,2% in mattinata viste le possibilità di una coalizione politica nello stato di Hesse.

 
<p>The Stock Exchange, la Borsa di Londra. REUTERS/Stephen Hird</p>