BORSE EUROPA - Indici volatili, bancari sotto pressione

martedì 7 ottobre 2008 11:13
 

                             indici                chiusura
                            alle 11,05     var%       2007
--------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.872,44     +0,12    4.395,61
  FTSEurofirst300 .FTEU3        999,40     -0,55    1.506,61
  DJ Stoxx banche          253,41     -4,26      424,26
  DJ Stoxx oil&gas         290,61     +1,06      442,02
  DJ Stoxx tech            170,84     -2,80      304,27
-------------------------------------------------------------
 LONDRA, 7 ottobre (Reuters) - Il tentativo di rimbalzo delle
borse europee si rivela di brevissimo respiro e sui listini
tornano a prevalere le vendite, in una seduta dagli scambi
volatili che fatica a imboccare una direzione precisa.
 Il comparto bancario, partito tonico per le speranze di una
politica monetaria più accomodante sulla scia del taglio dei
tassi sorprendentemente ampio deciso dalla banca centrale
australiana, è colpito dalle indiscrezioni di nuove necessità di
finanziamento. L'indice di settore è il peggiore con un calo del
4% circa. Male anche gli assicurativi, -2%.
 Bene invece i petroliferi  sostenuti dal recupero
delle quotazioni del greggio.
 Intorno alle 11,05 sulle singole borse europee il Ftse
inglese .FTSE cede lo 0,52%, il Cac francese .FCHI sale
dello 0,55% e il Dax tedesco .GDAXI arretra dello 0,45%.
 Il FtsEurofirts 300 .FTEU3 scende di circa 0,5%.
     
 Tra i titoli in evidenza:
 * DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione) lascia sul terreno l'11% sulle
voci di aumento di capitale, anche se una fonte finanziaria ha
definito le speculazioni sono un "nonsense assoluto". 
 
 * Sempre tra i bancari crollano ROYAL BANK OF SCOTLAND
(RBS.L: Quotazione), -31,5%, e BARCLAYS (BARC.L: Quotazione), -12%, sulle voci di
colloqui con il governo per ricevere fondi. Il portavoce di
Barclays ha detto che la banca "non ha categoricamente"
richiesto fondi al governo. 
 
 * SAP (SAPG.DE: Quotazione) scivola di oltre l'8% dopo l'annuncio che le
vendie di software nel terzo trimestre dovrebbero aggirarsi
intorno a 740-750 milioni di euro, contro gli 860 milioni circa
stimati dal mercato.
    
 * BRITISH AIRWAYS BAY.L segna un ribasso superioe al 10%
con il mercato che continua a soppesare un mix di pressioni sul
titolo. "C'è davvero preoccupazione, mentre ci avviamo verso una
recessione, sulla performance finanziaria di BA nei prossimi
anni", dice un analista.


* Continuano le vendite anche sulla pay-TV tedesca PREMIERE
PREGn.DE, -7% dopo che UniCredit ne ha tagliato il rating a
"hold" da "buy" citando la fine di "fantasie di takeover" e
rischi per l'outlook del gruppo.