Borse europee ancora in rialzo, Dax su massimi record

lunedì 16 marzo 2015 12:15
 

INDICI                        ORE 12,00  VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                   3690,55    0,94     3146,43
 FTSEUROFIRST300               1589,99    0,71     1368,52
 STOXX BANCHE                  210,94     0,88     188,77
 STOXX OIL&GAS                 297,55     0,07     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI           299,02     0,86     250,55
 STOXX AUTO                    684,18     1,4      501,31
 STOXX TLC                     371,18     0,46     320,05
 STOXX TECH                    367,18     0,75     312,18
 
    PARIGI, 16 marzo (Reuters) - L'azionario europeo è in rialzo
questa mattina, con il Dax su massimi record spinto
dalle attese che un ulteriore calo dell'euro stimoli la
congiuntura e rafforzi i risultati dei gruppi più orientati alle
esportazioni.
    Alle 12,00 l'indice FTSEurofirst 300 sale dello
0,71% a 1589,99 punti, ai massimi dal 2007. Il Dax alla
stessa ora guadagna circa l'1,21% rompendo la soglia record dei
12.000 punti. 
    Tra le altre piazze, il britannico FTSE 100 sale
dello 0,5%, il francese CAC 40 dello 0,84%.
    I mercati europei, dall'inizio dell'anno, continuano a
giovarsi del programma di acquisto di bond inaugurato dalla Bce
che ha spinto i rendimenti al ribasso, indebolito l'euro e fatto
affluire denaro sull'azionario.
    Anche se l'euro ha leggermente recuperato questa mattina,
perde ancora circa il 25% contro dollaro rispetto al maggio
scorso.
    Molti investitori sono in attesa anche del meeting della Fed
in calendario per domani e dopo.
    Dopo una serie di dati forti sul fronte occupazionale, le
aspettative crescenti sono per un rialzo dei tassi a giugno.
Attese che hanno rafforzato il dollaro, che ha aggiunto 
ulteriore pressione sull'euro.    
    Tra i titoli in evidenza: 
    Siemens è uno dei titoli migliori di oggi al Dax,
con un rialzo dell'1,6% sui massimi degli ultimi sette anni dopo
aver vinto alcuni contratti in Egitto. 
    Anche la svizzera biofarmaceutica Actelion segna
un buon progresso (+1,3%) a seguito dell'esito positivo di
alcuni test su un nuovo farmaco per il cuore. 
    In controtendenza invece Lafarge, che cede il
4,2%, e Holcim, in calo dell'1,3 in seguito al sorgere
di alcune questioni sul loro merger.    
    Anche l'azienda di costruzioni irlandese rivale CRH 
- che ha acconsentito di acquistare alcuni asset da Lafarge e
Holcim che tentano di ottenere così il via libera alla fusione
dall'authority - perde il 3%.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia