BORSE EUROPA - Indici tendenzialmente deboli, aspettano dati lavoro Usa

venerdì 6 febbraio 2015 11:31
 

PARIGI/LONDRA, 5 febbraio (Reuters) - 
 INDICI                       ORE 11,20   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3393,37     -0,46    3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1483,05     -0,33    1368,52
 STOXX BANCHE                 192,66      0,27     188,77
 STOXX OIL&GAS                313,88      0,14     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          274,98      -0,11    250,55
 STOXX AUTO                   592,54      -0,83    501,31
 STOXX TLC                    355,2       -0,4     320,05
 STOXX TECH                   329,22      -0,47    312,18
 
    L'azionario europeo in calo questa mattina, con i principali
indici appena sotto i massimi toccati di recente, in attesa dei
dati Usa sul mercato del lavoro non agricolo di gennaio che
saranno resi noti in giornata. 
     Alle 11,20 italiane l'FTSEurofirst 300 cede lo
0,33% a quota 1483,05 dopo aver chiuso sostanzialmente piatto
ieri a 1487,81 punti.
     Tra le piazze nazionali, lo spagnolo Ibex è in
ribasso dello 0,1%, l'FTSE 100 dello 0,25%, il CAC 40
 dello 0,36%, mentre il DAX segna un -0,73%.
    Gli economisti intervistati da Reuters si aspettano che i
datori di lavoro Usa abbiano assunto 234.000 persone a gennaio,
meno dei 252.000 di dicembre. Il tasso di disoccupazione viene
visto stabile ai minimi da 6 anni e mezzo al 5,6%. 
    "E' una lama a doppio taglio. Un numero molto buono potrebbe
essere visto in modo negativo per il mercato, cambiando le
prospettive di un rialzo dei tassi", spiega Alexandre Baradez,
chief market analyst di IG France.
    Tra i titoli in evidenza oggi:   
    La britannica Tate & Lyle è tra i peggiori del
paniere europeo, dopo aver reso noti profitti annuali sotto le
attese a settembre. 
    Anche la danese DSV segna un netto calo (-5,1%)
dopo un quarto trimestre deludente sul fronte degli utili e la
proposta di un dividendo più basso rispetto a quello previsto
dagli analisti. 
    Tra i petroliferi Statoil guadagna il 2,5% dopo
aver mantenuto il dividendo nonostante la diminuzione del valore
dei suoi asset a causa del calo dei prezzi del
petrolio. 
    Al suo debutto sul mercato la tlc svizzera Sunrise 
guadagna il 5% sopra al prezzo della suo Ipo fissata a 68
franchi svizzeri.
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia