BORSE EUROPA - Indici in salita dopo dati Cina migliori di attese

martedì 20 gennaio 2015 10:39
 

INDICI                         ORE 10,20   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                    3232,86     0,37     3046,43
 FTSEUROFIRST300                1417,55     0,55     1368,52
 STOXX BANCHE                    186,14     1,16      188,77
 STOXX OIL&GAS                   286,08     0,49      284,47
 STOXX ASSICURAZIONI             263,31     0,52      250,55
 STOXX AUTO                      539,92     0,79      501,31
 STOXX TLC                       337,1      0,47      320,05
 STOXX TECH                      314,55     -0,24     312,18
 
    PARIGI, 20 gennaio (Reuters) - L'azionario europeo è in rialzo questa
mattina, sulla scia del rally visto in Asia dopo dati cinesi che hanno
evidenziato un rallentamento della crescita minore del previsto.
    Il Pil cinese è cresciuto del 7,4% in media nel 2014, il minimo da 24 anni e
al di sotto del target governativo di 7,5%, ma è andato meno peggio di quanto
una parte del mercato temesse. 
    Alle 10,20 italiane l'indice FTSEurofirst 300 sale dello 0,55% a
quota 1417,79 dopo aver chiuso la seduta di ieri con un +0,2% a 1.409,92 punti
appena sotto ai massimi degli ultimi sette anni.
    Tra le piazze europee, Londra segna un progresso dello 0,29% sui
massimi delle ultime tre settimane, Parigi dello 0,56%, Francoforte
 dello 0,24%.
    Il mercato resta focalizzato sulla riunione del board della Bce in programma
per dopodomani che dovrebbe annunciare l'estensione del 'quantitative easing' ai
titoli di Stato.
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    Unilever cede l'1,7% dopo dati peggiori delle attese nel quarto
trimestre.
    Va peggio Sap, in calo di oltre 3% dopo la revisione al ribasso
delle stime sui margini 2017.
    Credit Suisse sale di oltre l'1,8% dopo dichiarazioni secondo cui
la recente volatilità valutaria - seguita alla decisione della Banca nazionale
svizzera di abolire il tetto massimo per l'euro contro franco - non avrà impatto
sui 'capital ratio'.
    Il titolo Total guadagna lo 0,2% dopo che Morgan Stanley
sottolinea in un rapporto che manterrà il dividendo nonostante il crollo dei
prezzi del petrolio.
    Rio Tinto cede l'1% dopo un update sulla produzione che vede
rispettati i target sul minerale di ferro e di poco non centrati quelli sul
rame.

        
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia