BORSE EUROPA - Titoli retail sostengono indici dopo tre giorni di rossi

mercoledì 7 gennaio 2015 10:46
 

INDICI                           ORE 10,35   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3014,94      0,23    3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1326,88      0,26    1368,52
 STOXX BANCHE                      181,08      0,16     188,77
 STOXX OIL&GAS                     270,71     -0,14     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI               243,09      0,44     250,55
 STOXX AUTO                        485,13      0,55     501,31
 STOXX TLC                         309,16      0,64     320,05
 STOXX TECH                        301,08      0,01     312,18
    
    LONDRA, 7 gennaio (Reuters) - L'azionario europeo è positivo questa mattina,
dopo tre sedute di calo, grazie alle notizie positive venute dalla britannnica
Sainsbury's e ai dati oltre le attese delle vendite al dettaglio
tedesche che stanno sostendo il comparto dei titoli retail.
    Dopo una partenza forte su vendite migliori delle attese nel trimestre che
include il Natale, Sainsbury's ha ridimensionato i guadagni. Sale del 2,3% anche
Tesco che annuncerà i suoi risultati domani.
    Ad aiutare il mercato, anche le vendite tedesche salite dell'1% in novembre,
ben oltre le aspettative degli analisti che le vedevano piatte. 
    Alle 10,35 italiane circa l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 
progredisce dello 0,26% a quota 1326,88, dopo aver lasciato sul terreno il 3,3%
nelle ultime tre sessioni, indebolito dal nervosisimo per la possibile uscita
della Grecia dall'euro dopo il voto e dal calo dei preszi del greggio.
    Tra le singole piazze Francoforte si attesta a +0,29%, Parigi
 +0,33%, Londra +0,45%.
    Gli investitori si mantengono comunque cauti in attesa di conoscere i dati
sull'inflazione nell'area euro a dicembre che dovrebbero mostrare il primo calo
dei prezzi al consumo dal 2009.
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    Airbus guadagna circa il 2% dopo aver annunciato di aver registrato
per il 2014 un numero superiore di ordini rispetto alla rivale Boeing,
nonostante la lentezza nelle consegne.
    Royal Dutch Shell cede lo 0,5% in seguito all'annuncio che pagherà
oltre 83 milioni di dollari per due episodi di fuoriuscita di greggio in
Nigeria, in una transazione con le comunità colpite.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia