BORSE EUROPA - Indici in ribasso su timori per crescita Germania, Francia

giovedì 14 agosto 2014 09:44
 

INDICI                       ORE 9,40    VAR %   CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                  3041,24     -0,49   3019
                                                  
 FTSEUROFIRST300              1323        -0,19   1316,39
 STOXX BANCHE                 188,8       -0,3    194,21
 STOXX OIL&GAS                341,86      -0,1    335
 STOXX ASSICURAZIONI          226,24      -0,21   228,22
 STOXX AUTO                   462,64      -0,21   481,95
 STOXX TLC                    286,31      -0,22   297,6
 STOXX TECH                   281,1       0,07    290,51
 
    LONDRA, 14 agosto (Reuters) - L'azionario europeo ha aperto
in ribasso sui delundenti dati di crescita economica delle due
principali economie dell'area dell'euro che gettano un'ombra
sulle attese del mercato per una ripresa.
    Alle 9,40 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 
perde lo 0,25% a 1322,33 punti.
    Francoforte arretra dello 0,4%, Parigi 
dello 0,5%, Londra è sostanzialmente piatta.
    Il Pil della Germania nel secondo trimestre, su base
destagionalizzata è sceso dello 0,2% rispetto ai tre mesi
precedenti, sotto le attese degli economisti di un Pil
invariato.
    In Francia, secondo la stima preliminare, comunicata
dall'ufficio statistico Insee, nel secondo trimestre il Pil è
rimasto invariato, a fronte di una previsione di una crescita
dello 0,1%.
    Il governo francese ha tagliato le sue stime di crescita per
il 2014 e ha detto che non riuscirà a centrare il target di
deficit con un disavanzo visto oltre il 4% del Pil.
    Alle 11,00, ora italiana, Eurostat diffonderà la stima flash
sulla crescita dell'area euro nei secondi tre mesi dell'anno. Le
previsioni parlano di un incremento dello 0,1% sul trimestre
precedente e dello 0,7% su base annuale.
    I titoli in evidenza:
    * THYSSENKRUPP, il produttore tedesco di acciaio,
ha detto che potrebbe tornare all'utile quest'anno, alzando le
sue previsioni per la seconda volta grazie ai risultati della
ristrutturazione del suo stabilimento in Brasile e alla domanda
per ascensori e impianti chimici che ha alimentato i profitti.
Il titolo è in rialzo di oltre 1%.
   * La tedesca K+S, produttore minerario di sali di
potassio, guadagna oltre 1% dopo aver mostrato al mercato un
Ebitda superiore alle attese nel secondo trimestre.
    * La seconda maggiore utility tedesca RWE ha
aperto con un calo superiore al 2,5% dopo i risultati che hanno
certificato un utile operativo in calo del 40% nel primo
semestre, preannunciando il suo terzo anno di fila in perdita a
causa dei bassi prezzi all'ingrosso di energia e della bassa
domanda.
    * Il private equity francese Ardian e il gruppo cinese Fosun
International hanno ritirato la loro offerta, tramite
il veicolo comune Gaillon Invest, per Club Mediterranee
, spianando la strada alla migliore proposta di Andrea
Bonomi, che ieri ha ottenuto il via dell'autorià di regolazione
francese AMF. Global Resorts, controllata da Bonomi, offre 21
euro per azione, prezzo che valuta Club Med a 790 milioni di
euro, sopra i 557 del valore dell'offerta di Gaillon. Club Med
perde 1,6%.
    * Il produttore danese di enzimi Novozymes ha
riportato nel secondo trimestre utili in linea con le attese ed
ha alzato la stima di crescita dell'utile operativo nel suo
outlook per l'intero anno. Novozymes è il maggior produttore
mondiale di enzimi per l'industria, utilizzati per la produzione
di detergenti, bioetanolo, alimenti, birra e cibo per animali.
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia