BORSE EUROPA - Indici giù su selloff globale, verso perdita settimanale

venerdì 11 aprile 2014 10:38
 

INDICI                           ORE 10,30   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                      3125,11     -0,88    3019
 FTSEUROFIRST300                  1316,73     -1,08    1316,39
 STOXX BANCHE                      198,65     -0,71     194,21
 STOXX OIL&GAS                     335,59     -0,91     335
 STOXX ASSICURAZIONI               222,87     -0,79     228,22
 STOXX AUTO                        514,24     -1,25     481,95
 STOXX TLC                         287,01     -0,61     297,6
 STOXX TECH                        280,78     -2,15     290,51
    LONDRA, 11 aprile (Reuters) - L'azionario europeo viaggia in territorio
negativo oggi, impostato per la prima perdita su base settimanale da un mese,
sulla scia di un arretramento dei listini globali.
    A guidare le perdite sono i tecnologici con un calo dell'1,9%, eco
di quanto successo negli Stati Uniti, dove il Nasdaq ha chiuso a -3%
registrando il più forte calo da due anni e mezzo.  In Europa il settore
tecnologico era salito di oltre il 40% da novembre 2012 all'inizio di questo
mese.
   La performance negativa di Wall Street ha trascinato in basso anche la Borsa
di Tokyo, dove il Nikkei è crollato ai minimi da sei mesi, chiudendo a
-2,38%.
    L'indice di volatilità dello'Euro Stoxx, che misura il prezzo che
gli investitori sono disposti a pagare per assicurarsi da futuri cali ed è
perciò considerato un indice della "paura" del mercato, sale del 5,7% dopo
essere sceso in settimana in reazione alla pubblicazione dell'ultima riunione
della Fed.    
    Alle 10,30 italiane, l'indice FTSEurofirst 300 perde l'1,07% a
1.316,85 punti.
    Tra le singole piazze, Francoforte -1,24%, Parigi -0,95%,
Londra -1,01%.  
    Anche l'indice Euro STOXX 50 sembra destinato a riportare la perdita
maggiore su base settimanale dallo scorso gennaio, dopo i massimi da cinque anni
e mezzo raggiunti venerdì scorso.   
    Le tensioni geopolitiche frenano ulteriormente l'appetito degli investitori
prima del fine settimana dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha
avvertito che le forniture di gas all'Europa potrebbero subìre problemi se Mosca
taglia il flusso verso l'Ucraina per via dei debiti, dichiarazioni a cui gli
Stati Uniti hanno reagito dicendo che l'energia viene usata "come strumento di
coercizione".
    
    I titoli in evidenza:
    * In calo del 4,3% Mediaset Espana, dopo una temporanea sospensione
delle contrattazioni. Credit Suisse ha collocato il 3,69% della società in mano
a Prisa a 8,08 euro per azione, per complessivi 121 milioni di euro.
Prisa scende così al 13,6% del broadcaster spagnolo controllato da Mediaset
, con un lockup di 90 giorni.
    * Sottoperformance per le blue-chip europee con la maggiore esposisizone in
Russia. L'austriaca Raiffeisen Bank International perde il 2,1%.
    * La società norvegese di navigazione Scanship Holding perde il
20% al debutto alla Borsa di Oslo dopo avere completato l'Ipo.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia