BORSE EUROPA - Indici in calo, energetici deboli, su Hermes e L'Oreal

venerdì 30 agosto 2013 10:47
 

INDICI                       ORE 10,35   VAR %  CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                    2.733,30  -0,91      2.635,93
 FTSEUROFIRST300                1.197,96  -0,76      1.133,96
 STOXX BANCHE                     175,65  -0,86        163,19
 STOXX OIL&GAS                    322,06  -1,15        322,84
 STOXX ASSICURAZIONI              194,75  -1,09        177,11
 STOXX AUTO                       408,28  -1,27        351,07
 STOXX TLC                        252,69  -0,22        225,36
 STOXX TECH                       255,13  -0,70        229,37
    
    LONDRA, 30 agosto (Reuters) - Seduta negativa per le borse
europee, zavorrate dai titoli energetici sulla scia della
discesa dei prezzi del petrolio, che mettono in secondo piano i
rialzi di alcune grandi società dopo i risultati migliori delle
attese. 
    Le quotazioni del greggio sono infatti in deciso ribasso
sull'affievolirsi delle preoccupazioni per un imminente attacco
contro il regime siriano, anche se lo spettro di una guerra
continua ad aleggiare sui mercati. Lo stoxx europeo oil&gas
 cede l'1,1%.
    "La Siria continuerà a trascinare i mercati su e giù per un
bel po', ma c'è anche il tema di quando la Fed inizierà a
ridurre le sue iniezioni (di liquidità)", spiega Yann Belvisi,
analista di CM-CIC a Parigi.
    Attorno alle 10,35 italiane, l'indice europeo FTSEurofirst
300 cede lo 0,78%, l'Euro STOXX 50 perde lo
0,91%. Tra le singole piazze, Francoforte perde lo
0,83%, Parigi lo 0,77%, Madrid l'1,14% e Londra
 lo 0,61%.  

    I titoli in evidenza:
    * In forte ribasso KPN (-5,7%) dopo che AMERICA
MOVIL ha detto che potrebbe ritirare la sua offerta da
7,2 miliardi di euro se la fondazione indipendente istituita per
difendere gli interessi di Kpn manterrà la sua posizione
attuale. 
    * L'ORÉAL guadagna oltre il 4% dopo i risultati e
sulle indiscrezioni che potrebbe riacquistare la quota del 29,5%
in mano a Nestlè, il suo secondo azionista. 
    * DEUTSCHE BANK in rialzo dell'1,5% dopo che JP
MOrgan ha migliorato il rating a 'overweight'. 
    * HERMES sale del 2,5% sulla scia dei risultati
migliori delle attese, che hanno visto un balzo del 14%
dell'utile operativo nel primo semestre.
    * DANONE cede l'1,5% dopo aver annunciato una serie
di azioni che dovrebbero permetterle di raggiungere gli
obiettivi 2013 nonostante i richiami legati all'allarme botulino
lanciato dalla neozelandese Fonterra. Il gruppo ha sottolineato
che le vendite della sua divisione dedicata ai prodotti per
l'infanzia ha avuto un impatto sognificativo dai richiami e che
il giro d'affari dell'unità registrerà una contrazione nel terzo
trimestre.
    
    
                                                                
     Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia