BORSE EUROPA - Indici poco mossi, bene Credit Agricole dopo risultati

martedì 6 agosto 2013 10:46
 

INDICI                       ORE 10,10   VAR %  CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                  2.810,10    +0,04  2.635,93
 FTSEUROFIRST300              1.226,15    +0,07  1.133,96
 STOXX BANCHE                 178,77      -0,25  163,19
 STOXX OIL&GAS                317,59      -0,04  322,84
 STOXX ASSICURAZIONI          205,15      -0,12  177,11
 STOXX AUTO                   425,93      +0,20  351,07
 STOXX TECH                   259,51      +0,37  229,37
    MILANO, 6 agosto (Reuters) - Le borse europee sono piatte,
risentendo delle deboli performance di Wall Street e delle
piazze asiatiche in un mercato che offre segnali di esaurimento
della forza del rally che ha portato gli indici ad avvicinarsi
ai massimi dell'anno.
    Attorno alle 10,10, l'indice delle bluechip europee
FTSEurofirst 300 guadagna un frazionale 0,07%. Tra le
singole piazze, Londra cede lo 0,14%, Parigi 
sale dello 0,16% e Francoforte perde lo 0,05%.
  Il FTSEurofirst e l'Eurostoxx 50 si sono avvicinati ai massimi
del 2013 raggiunti a maggio rispettivamente a 1.258,09 e
2.851,48 punti, facendo scattare i realizzi.
    Nel breve periodo i due indici, entrambi in territorio di
ipercomprato, potrebbero entrare in un canale laterale, secondo
quanto segnalato da alcuni indicatori tecnici
    "Le giornate estive sono arrivate e dopo una corsa
profittevole dai minimi di fine giugno, gli investitori
nell'azionario potrebbero anticipare un periodo di
consolidamento sulle attese di una fase più tranquilla dal punto
di vista delle notizie macro e politche" dice Ian Williams,
equity strategist a Peel Hunt.
    
    Tra i titoli in evidenza:
    * CREDIT AGRICOLE è in deciso rialzo (+1,8%) ai
massimi dei due anni con forti volumi dopo i risultati migliori
delle attese. L'utile netto nei tre mesi terminati il 30 giugno
è infatti salito a 696 milioni, superando le stime raccolte in
un sondaggio Thomson Reuters I/B/E/S tra gli analisti di 514
milioni. 
    
    * MUNICH RE perde quasi il 4% dopo avere
annunciato questa mattina un utile netto per il secondo
trimestre sotto le attese penalizzato da oltre 600 milioni di
richieste di liquidazione dei sinistri, inclusi i danni causati
dalle forti alluvioni di giugno in Europa centrale.
    
    * HSBC perde circa l'1% dopo il downgrade di
Deutsche Bank a "hold" da "buy" seguito ai risultati sotto le
attese annunciati ieri dal colosso bancario. 
    
    * Il produttore di acciaio tedesco SALZGITTER 
crolla di oltre l'8% dopo avere tagliato l'outlook sul 2013 per
la seconda volta quest'anno.
    
    
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia