BORSE EUROPA - Indici in ribasso, titoli automotive in forte calo

martedì 20 marzo 2012 10:58
 

INDICI                       ORE 10,40   VAR %  CHIUS. 2011
 EUROSTOXX50                  2.581,16    -1,05  2.316,55
 FTSEUROFIRST300              1.095,67    -0,96  1.001,39
 STOXX BANCHE                 159,04      -1,35  132,54
 STOXX OIL&GAS                359,53      -0,95  337,35
 STOXX ASSICURAZIONI          163,02      -0,82  133,25
 STOXX AUTO                   333,59      -4,02  259,04
 STOXX TECH                   217,92      -0,94  188,27
 	
    PARIGI, 20 marzo (Reuters) - Le borse europee sono in calo
per il secondo giorno consecutivo, mentre gli investitori
continuano a monetizzare i guadagni dopo il rally sui massimi
degli ultimi otto mesi della scorsa settimana, in attesa del
dato sull'avvio dei cantieri negli Stati Uniti che, se positivo,
potrebbe dare una spinta al mercato.	
    "Stiamo vedendo un po' di prese di profitto, l'indice
FTSEurofirst 300 è ancora sopra quota 1.100 punti sulla scia del
recente forte rally e non ci sono notizie che lo possano
spingere oltre", spiega Joe Rundle, responsabile del trading per
ETX Capital, aggiungendo che "un miglioramento del dato
sull'avvio dei cantieri Usa potrebbe dare una piccola spinta
all'insù".	
    A livello settoriale, in forte calo l'automotive,
zavorrata dai timori per le prospettive economiche. Il
viceministro russo dell'Industria, nonchè ministro del
Commercio, Alexei Rakhmanov, ha detto che le vendite di auto in
Russia quest'anno aumenteranno solo del 6%, in forte calo
rispetto al +23% registrato tra gennaio e febbraio. I trader
inoltre citano indiscrezioni stampa sulle vendite di veicoli in
Cina che quest'anno potrebbero deludere le attese.	
    Intorno alle 10,40 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
 cede lo 0,96% circa. Francoforte perde
l'1,18%, Parigi l'1,22% e Londra lo 0,96%.	
	
    I titoli in evidenza:	
    * BHP Billiton è tra i titoli peggiori e cede il
2,8% dopo aver detto che la domanda cinese di minerali di ferro
si sta "appiattendo".	
    * La tedesca Metro segna un rialzo dell'1,6%
nonostante abbia fornito previsioni fosche, con gli investitori
che sperano la riorganizzazione del management porti a un nuovo
tentativo di vendere la catena Real Hypermarkets. 	
    * Il gruppo svizzero DKSH registra un buon rialzo
nel giorno del suo esordio in borsa.	
            	
    
                                                                
     Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia