BORSE EUROPA - Indici positivi su dati Usa, sempre male banche

venerdì 6 marzo 2009 15:29
 

                               indici              chiusura
                              alle 15,20   var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   1.849,36     -0,06    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        671,87     +0,17      831,97
DJ Stoxx banche           93,41     -2,37      149,51
DJ Stoxx oil&gas         241,58     +1,73      264,50
DJ Stoxx tech            130,80     -1,14      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 6 marzo (Reuters) - Le borse europee estendono i
guadagni, dopo i dati americani sulla disoccupazione del settore
non agricolo che sono risultati, contro le previsioni più
pessimistiche, in linea con le attese degli analisti.
 Restano però sott'acqua i bancari, con vendite concentrate
-tra l'altro su Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione), Intesa San Paolo
(ISP.MI: Quotazione) e Hsbc (HSBA.L: Quotazione).
 Intorno alle 15,10 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU, che
stamane aveva toccato i minimi di 12 anni, guadagna lo 0,6%,
vicino ai massimi di seduta.
 "La giornata ha risentito delle voci pessimistiche sulla
disoccupazione Usa, con alcuni trader che paventavano fino a un
milione di posti di lavoro persi a febbraio. L'aumento dei
disoccupati è stato impressionante, ma non così pessimo come si
temeva...", scrive in una nota di ricerca uno strategist della
Cantor Fitzgerald.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Toniche le azioni legate alle commodities come ROYAL DUTCH
SHELL (RDSa.AS: Quotazione), BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione), TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) e BP
(BP.L: Quotazione).
 * Forte accelerata per FORTIS FOR.BR, spinta da cauto
ottimismo nel giorno in cui scade il termine per le negoziazioni
sullo smembramento del gruppo tra Fortis Holding, lo stato belga
e la francese Bnp Paribas (BNPP.PA: Quotazione).
 * Rallenta la corsa WPP (WPP.L: Quotazione), che ha rivisto al ribasso
le previsioni per il 2009 ma ha registrato una crescita dei
ricavi 2008 del 2,7%, solo leggermente al di sotto degli
obiettivi.
 * Gira in negativo e cede il 3% BELGACOM BCOM.BR, che si
aspetta nel 2009 un calo dei ricavi e dei margini di profitto.
Gli utili del principale operatore telefonico belga sono scesi
nel 2008 in linea con le attese.