BORSE EUROPA - Indici in ripresa dopo cali su dati Usa

venerdì 6 novembre 2009 16:38
 

                               indici              chiusura
                            alle 16,15      var%      2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.800,87    +0,27    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        993,03    +0,25      831,97
DJ Stoxx banche          226,25    +1,36      149,51
DJ Stoxx oil&gas         316,97    -0,31      264,50
DJ Stoxx tech            178,87    +0,20      152,86
---------------------------------------------------------------
  LONDRA, 6 novembre (Reuters) - Le borse europee si riportano
sopra la parità dopo la svolta in negativo succesiva alla
pubblicazione dei deludenti dati americani sul mercato del
lavoro.
 I listini continentali seguono la scia di Wall Street che,
dopo un avvio debole, annullano le perdite e si riportano in
lieve territorio positivo.
 I dati Usa hanno mostrato una perdita di 190.000 posti di
lavoro a ottobre, più delle attese, con un tasso di
disoccupazione salito al 10,2%, il più alto in 26 anni e mezzo.
Tra i singoli settori gli energetici sono in calo risentendo
della discesa delle quotazioni del petrolio di due punti
percentuali, mentre perdono terreno i titolo legati alle materie
prime.
 Intorno alle 16,15 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 cresce dello
0,25%. Sui singoli mercati il Ftse 100 .FTSE londinese
guadagna lo 0,38%, il Cac-40 francese .FCHI lo 0,21% e il Dax
tedesco .GDAXI lo 0,46%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * ZURICH FINANCIAL SERVICES ZURN.VX cede l'1,5% sulla
scorta del downgrade di Bank of America/Merril Lynch a "neutral"
da "buy". Al contrario SWISS RE RUKN.VX sale dell'1,5% dopo la
promozione di Morgan Stanley a "overweight
 
 * CREDIT AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione) sale del 3,7% mentre il
quotidiano finanziaro Les Echos nel proprio sito web scrive che
Jean-Paul Chifflet, segretario genarale della Fnca, la
federazione nazionale che raggruppa varie banche regionali del
Credit Agricole, sarà nominato amministratore delegato al posto
di Georges Pauget. L'indiscrezione non è stata commentata da
Credit Agricole.
 Questa mattina in un'intervista a France Inter radio, Pauget
ha detto che il terzo trimestre si è chiuso per la banca con
risultati migliori rispetto a quello precedente.
 
 * DAIMLER (DAIGn.DE: Quotazione) avanza del 2,6% dopo i dati sulle
vendite del brand Mercedes-Benz, +7% a ottobre. Relativamente
alle sole auto la divisione della casa tedesca ha registrato
+4,1% di vendite e prevede per il quarto triemstre vendite
superiori a quelloi dell'anno scorso.
 
 * EDF (EDF.PA: Quotazione) perde il 2,8% dopo il colosso francese
dell'elettricità ha annunciato un'interruzione di 15 reattori
nucleari in Francia. Sulla scia dell'annuncio gli analisti di
Exane Bnp Paribas hanno tagliato del 9% le aspettative sugli
utili per azione 2009.
 
 * BRITISH AIRWAYS BAY.L balza di oltre il 6% sulle
previsioni di una stabilizzazione del business dopo che i dati
sul primo semestre hanno evidenziato una perdita superiore alle
attese.
     
 * Sale ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) di oltre il 4% avendo
annunciato una perdita sostanziosa nel terzo trimestre, ma più
che dimezzata rispetto ai tre mesi precedenti.