BORSE EUROPA in rialzo, ma frenano titoli telecom

lunedì 4 aprile 2016 11:28
 

INDICI                           ORE 11,19   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                      2972,48     0,65     3267,52
 FTSEUROFIRST300                  1312,91     0,48     1437,53
 STOXX BANCHE                     143,22      0,46     182,63
 STOXX OIL&GAS                    253,8       0,25     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI              243,53      0,42     285,56
 STOXX AUTO                       489,13      0,07     565,06
 STOXX TLC                        317,96      -0,74    347,10
 STOXX TECH                       334,11      0,12     355,86
 LONDRA, 4 aprile (Reuters) - Le borse europee sono oggi in rialzo, dopo un avvio
in lieve calo, mentre il settore telecom risente del fallimento dei negoziati
tra Orange and Bouygues per dare vita a una gigante francese
delle telecomunicazioni.
    Bouygues perde quasi il 15%, e registra la peggiore performance in 17 anni.
Orange perde oltre il 4%. Iliad e Altice lasciano sul terreno
oltre il 13%, SFR quasi il 15%.
    Il comparto telecom paneuropeo STOXX Europe 600 sta riducendo le
perdite, dopo aver toccato -1,2%, e ora è a -0,7%.
     La possibile fusione era ampiamente considerata come un passaggio cruciale
sulle sorti del settore in Francia, su cui pesa il calo dei profitti, per
ridurre da quattro a tre il numero degli operatori. Berenberg ha ufficialiazzato
il downgrade di Bouygues a "sell" tagliando il target price da 40 a 30 euro.
    Alle 10,17 circa ore italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 
guadagna lo 0,5%, dopo aver perso l'1,5% nella precedente seduta, quando ha
toccato i minimi da un mese. 
    Per il 2016 l'indice è in calo di oltre il 6%. Comunque, un sondaggio
Reuters diffuso venerdì scorso prevedere un rialzo dell'8% dai livelli attuali
alla fine dell'anno, grazie alla politica di sostegno della Bce e anche al
miglioramento dell'outlook economico del Vecchio Continente.
    Intanto, a livello globale, il prezzo del petrolio ha toccato il minimo da
un mese (col Brent crude a 38,31 dollari al barile), mentre anche altre
commodity perdono terreno e il dollaro resta stabile grazie ai dati sui posti di
lavoro negli Usa.
    Tra le singole piazze, il britannico FTSE 100 guadagna lo 0,4%, il
tedesco DAX lo 0,47% e il francese CAC 40 lo 0,52%.
   
    Tra gli altri titoli da segnalare oggi:
    ** Dassault Systemes, gruppo francese di software, guadagna oltre
il 2% dopo la notizia che acquisirà la piena proprietà di 3DPLM Software, la sua
joint venture con Geometric.
    ** Volkswagen perde circa l'1% mentre continua il calvario
emissioni per la casa automobilistica tedesca. E' di oggi la notizia che il
gruppo in India dovrà ritirare oltre 3.800 auto, del tipo Vento, dopo che 
l'Automotive Research Association of India (Arai) ha scoperto che rilasciavano
talvolta quantità di monossido di carbonio oltre i limiti. La società ha anche
bloccato la vendite di questo modello.
    ** Nordex perde oltre l'1% dopo la notizia che ha avuto via libera
dall'antitrust per la fusione con Acciona Windpower.
    ** Il titolo di Abb è in rialzo dell'1,68% nonostante ieri un
giornale svizzero abbia scritto che il nome dell'azienda (e quello della Sulzer)
è emerso da alcune email legate a Unaoil, società di Monaco i cui uffici sono
stati perquisiti dalle autorità nell'ambito di un'inchiesta internazonale su una
vicenda di presunta corruzione nel settore petrolifero.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia