BORSE EUROPA in lieve rialzo aiutate da titoli energia, Shire e H&M

mercoledì 6 aprile 2016 11:40
 

INDICI                           ORE 11,15   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                       2906,87     0,57      3267,52
 FTSEUROFIRST300                   1293,6      0,4       1437,53
 STOXX BANCHE                       138,85     1,14       182,63
 STOXX OIL&GAS                      251,17     1,31       262,31
 STOXX ASSICURAZIONI                238,28     0,5        285,56
 STOXX AUTO                         465,23    -0,49       565,06
 STOXX TLC                          311,74     0,74       347,10
 STOXX TECH                         327,04    -0,27       355,86
 
    LONDRA, 6 aprile (Reuters) - Le borse europee oggi sono in leggero rialzo,
aiutate dai titoli del settore energia dopo un rimbalzo nei prezzi del greggio e
dal settore retail, spinto da un calo degli utili inferiore al previsto di
Hennes & Mauritz.
    Alle 11,15 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 sale dello
0,4%, dopo aver chiuso ieri in calo dell'1,85%.
    L'indice STOXX Europe Oil and Gas sale dell'1,3%: i prezzi del
greggio sono saliti sulla speranza di un accordo tra gli esportatori sul
congelamento della produzione.
    Tra le singole piazze, il britannico FTSE 100 sale dello 0,6%, il
tedesco DAX di quasi 0,1% e il francese CAC 40 è in rialzo
dello 0,6%.
    Il settore healthcare sale dello 0,9% trascinato da Pfizer :
gli investitori stanno digerendo la notizia che la società farmaceutica Usa ieri
ha accettato di abbandonare l'accordo da 160 miliardi di dollari per acquistare
il produttore di Botox Allergan, alimentando congetture su altre fusioni
nel settore.
    ** Nel settore Oil & Gas, Royal Dutch Shell sale dell'1,3% e BP
 dello 0,5%.
    ** Il titolo H&M, numero due al mondo per l'abbigliamento retail,
sale del 3,9% dopo che la società ha spiegato che l'impatto del dollaro forte ha
iniziato a declinare e dovrebbe annullarsi o diventare leggermente positivo
entro il quarto trimestre.
    ** Shire sale di oltre il 3%; la società progetta l'acquisto di
Baxalta in un accordo cash e azioni da 32 miliardi di dollari che
darebbe vita a un gigante nel campo del trattamento delle malattie rare.
    ** Le azioni di Air France sono in netto ribasso (-3,9%) dopo le
dimissioni dell'AD De Juniac, che andrà a guidare la Iata.
    ** Fortum e Swedbank perdono rispettivamente il 10,8%
e il 5,5%, con i titoli che hanno perso l'appeal del pagamento degli ultimi
dividendi.
            
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia