BORSE EUROPA negative con titoli minerari, Volkswagen in netto calo

martedì 22 settembre 2015 11:12
 

INDICI                           ORE 11,07   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3115,93     -2,16    3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1381,12     -2,14    1368,52
 STOXX BANCHE                     187,53      -1,9     188,77
 STOXX OIL&GAS                    254,9       -2,64    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              256,46      -1,71    250,55
 STOXX AUTO                       485,67      -4,17    501,31
 STOXX TLC                        339,14      -1,64    320,05
 STOXX TECH                       311,94      -0,73    312,18
 

    LONDRA, 22 settembre (Reuters) - Le borse europee sono oggi in calo dopo il
rally di ieri, trascinate dal comparto minerario alle prese con un vasto
sell-off dopo che i prezzi del rame sono scesi nettamente sui timori di una
sovrapproduzione.
    Le azioni di Volkswagen perdono oltre il 5% (ieri sono arrivate
a perdere il 19%) dopo che anche la Corea del Sud, oltre agli Stati Uniti, ha
deciso di aprire un'indagine sullo scandalo delle emissioni inquinanti.  
    Alle 11,07 italiane, l'indice paneuropeo FTSEuroFirst 300 perde il
2,14% a quota 1381,12 punti.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE 100 
segna -1,86%, il francese CAC 40 -2,35%, il Dax tedesco -1,69%.
    L'indice STOXX Europe 600 Basic Resources perde oltre il 5%, con il
calo netto di titoli come Rio Tinto, BHP Billiton, Glencore
, Anglo American e Antofagasta.
    
    Tra gli altri titoli in evidenza oggi:
    ROYAL BANK OF SCOTLAND sarebbe impegnata, secondo Bloomberg, in
colloqui per acquistare 4,5 miliardi di dollari di sofferenze bancarie; Il
titolo perde oltre il 5%;
    TESCO : terrà colloqui con gli adviser questa setimana
sull'abbandono della vendita delle attività di Dunnhumby , dice Sky News. Il
titolo perde oltre il 7%;
    La tedesca VTG guadagna quasi il 7% sull'onda dell'annuncio della
guidance a medio termine, secondo cui il guadagno per azione sarà quasi
triplicato a 2,5 euro entro il 2018;
    La francese EDF perde oltre il 3,5%: secondo il quotidiano
economico giapponese Nikkei ha chiesto a Mitsubishi Heavy Industries di
investire in una controllata di Areva per i reattori.
    
      
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia