BORSE EUROPA positive a metà mattina, balza Glencore

lunedì 7 settembre 2015 12:19
 

LONDRA, 7 settembre (Reuters) - 
    
 INDICI                           ORE 12,10   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3186,92     0,21     3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1395,72     0,22     1368,52
 STOXX BANCHE                     191,47      0,09     188,77
 STOXX OIL&GAS                    262,4       0,57     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              257,79      0,16     250,55
 STOXX AUTO                       514,63      0,34     501,31
 STOXX TLC                        348,16      0,46     320,05
 STOXX TECH                       309,81      -0,22    312,18
 
    Le borse europee riducono il rimbalzo dell'apertura ma
restano positive a metà seduta, dopo il forte calo di venerdì
scorso, con Glencore tra le migliori dopo l'annuncio di
un piano per tagliare il debito.
    Alle 12,10 italiane l'indice paneuropeo FTSEuroFirst 300
 sale dello 0,22% a 1395,72, dopo aver perso venerdì il
2,53%.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE
100 segna +0,41%, mentre il francese CAC 40 sale
dello 0,13. Il DAX è a +0,26, sostenuto anche dai dati
sulla produzione industriale che ha registrato a luglio il tasso
di crescita maggiore dell'anno. 
    Glencore balza dell'8% dopo che l'azienda del comparto
minerario ha sospeso i dividendi, venduto asset e raccolto oltre
2,5 mld di dollari in un nuovo aumento di capitale per tagliare
di un terzo il debito a 20 mld di dollari entro la fine del
2016.
    Anche gli altri titoli legati alle commodities performano
bene oggi, supportati dal rialzo dei prezzi delle principali
materie prime. Lo STOXX Europe 600 Basic Resources alle
12,10 sale dell'1,22%, con Antofagasta in progresso del
7%.
    "Gli investitori si stanno direzionando verso titoli che
erano stati vittima della recente volatilità e dei cali legati
al mercato cinese", spiega Augustin Eden, analista di Accendo
Markets.
     Secondo i trader, l'azionario europeo resta vulnerabile a
ulteriori cali legati alle preoccupazioni sulla crescita in
Cina, principale consumatore di materie prime del mondo.
    I volumi comunque resteranno sottili oggi, con i mercati Usa
chiusi per festività.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia