BORSE EUROPA si riprendono trainate da Vodafone, Thales

venerdì 24 luglio 2015 11:34
 

LONDRA, 24 luglio(Reuters) - 
     INDICI                       ORE 11,25   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3643,85     0,25     3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1582,73     0,26     1368,52
 STOXX BANCHE                     223,58      0,01     188,77
 STOXX OIL&GAS                    304,24      0,42     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              290,93      -0,06    250,55
 STOXX AUTO                       604,37      -0,55    501,31
 STOXX TLC                        389,65      1,01     320,05
 STOXX TECH                       355,54      0,68     312,18
                

    Le borse europee si sono riprese grazie soprattutto a
Vodafone e Thales, recuperando dal minimo da
una settimana toccato a inizio seduta su dati societari
deludenti. 
    Alle 11,25 italiane l'indice paneuropeo FTSEuroFirst 300
 guadagna lo 0,21% a 1585,33 punti dopo aver chiuso ieri
a -0,49%, in perdita per la terza seduta consecutiva.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il britannico FTSE
100 segna +0,23%, il Dax tedesco in leggero
calo a -0,09%, mentre il francese CAC 40 sale dello
0,38%.
   Tra i titoli in evidenza oggi:
   Il gruppo francese della difesa Thales guadagna
l'8% ai massimi di sempre grazie a risultati sopra le attese con
un utile operativo del primo semestre pari a 473 milioni di euro
a fronte dei 403 milioni previsti dagli analisti dopo aver messo
a freno i costi.
   In spolvero a Londra Vodafone che sale di circa il 4%
grazie ai ricavi organici da servizio aumentati dello 0,8% dopo
lo 0,1% registrato nei tre mesi precedenti. Si tratta di un
aumento leggermente superiore a quello dello 0,5% previsto dagli
analisti che consente al secondo gruppo di telefonia mobile del
mondo di confermare le stime per l'esercizio. Miglioramenti sui
mercati tedesco e britannico. 
   Bene anche Pearson che dopo la cessione di FT per
1,3 miliardi di dollari guadagna intorno al 2,5% grazie a un
aumento del dividendo e la conferma della guidance.
   Male l'operatore satellitare SES con perdite
intorno all'8% dopo aver tagliato le stime di ricavi e utili per
l'esercizio.
   Sprofonda del 14% Aggreko che ha previsto un utile
pretasse per quest'anno tra l'8 e il 15% sotto le attese degli
analisti a causa della debolezza dei mercati del petrolio e del
gas.    
   Male anche il colosso farmaceutico BASF che perde
oltre il 3% dopo aver leggermente disatteso le attese con una
crescita del 2% dell'utile operativo.
   Il gruppo alimentare francese Danone, primo
produttore al mondo di yogurt, è in leggero calo su risultati
sotto le attese e dopo aver annunciato la cessione della
divisione Dumex di alimenti per bambini in Cina.    
    A Madrid la società dell'energia Abengoa lascia
sul terreno il 13% nonostante i tentativi dei vertici di placare
le speculazioni sul debito. 
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia