BORSE EUROPA - Indici stabili vicino max, occhi su occupati Usa

venerdì 6 marzo 2015 11:43
 

LONDRA, 6 marzo (Reuters) - 
 INDICI                        ORE 11,40  VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                   3620,12    0,05     3146,43
 FTSEUROFIRST300               1573,88    0,28     1368,52
 STOXX BANCHE                  208,44     0,43     188,77
 STOXX OIL&GAS                 315,2      -0,17    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI           291,22     0,74     250,55
 STOXX AUTO                    641,9      0,69     501,31
 STOXX TLC                     371,22     -0,18    320,05
 STOXX TECH                    357,57     0,04     312,18
 
    I mercati azionari europei proseguono la seduta stabili
vicino ai massimi degli ultimi sette anni, con gli investitori
cauti in vista dei dati sugli occupati Usa, in calendario per
questo pomeriggio, che potrebbero essere forti abbastanza da
indurre la Fed ad alzare i tassi prima del previsto.
    Un sondaggio Reuters fra gli economisti prevede un aumento
di 240.000 occupati Usa non agricoli a febbraio, dopo il
+257.000 registrato a gennaio. Sarebbe il dodicesimo mese di
fila di crescita sopra i 200.000, la serie più lunga dal 1994.
    "C'è un dibattito sul timing del rialzo dei tassi Usa, se a
metà anno o più tardi. Da questo punto di vista, se arrivano
dati forti sul lavoro questo potrebbe significare un aumento già
a giugno", spiega Edmund Shing, global equity fund manager di
BCS Asset Management.
   Alle 11,40 italiane, l'FTSEurofirst 300 segna +0,28%
a 1573,88 punti.
   L'indice paneuropeo è salito dello 0,8% ieri al nuovo massimo
degli ultimi sette anni dopo che il presidente della Bce Mario
Draghi ha detto che il programma di acquisto di bond, in
partenza lunedì, potrebbe proseguire oltre settembre 2016 se
necessario. 
    Tra le singole piazze, il britannico FTSE 100 perde
lo 0,15%, il francese CAC 40 sale dello 0,07%, Il
tedesco DAX guadagna lo 0,13%. Il mercato non ha dato
particolare peso al dato sulla produzione industriale tedesca,
risultata oltre le attese in gennaio. 
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    Bureau Veritas cede il 4% dopo che il gruppo
francese degli investimenti Wendel ha venduto il 10,9%
ad un prezzo finale di 20,32 euro per azione, secondo quanto
riferito da una fonte vicina al dossier. 
    Sandvik sale del 2,8% a seguito della decisione di
Barclays di alzare il target price sul titolo ad 85 corone
svedesi da 75.
    Thomas Cook schizza del 15% dopo che la conglomerata
cinese Fosun International ha detto di aver comprato
una quota del 5% del gruppo turostico inglese.
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia