BORSE EUROPA - Indici poco variati in attesa Eurogruppo su Grecia

lunedì 16 febbraio 2015 11:26
 

INDICI                           ORE 11,20  VAR %   CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3439,8     -0,23    3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1501,59    -0,08    1368,52
 STOXX BANCHE                      199,01     0,41     188,77
 STOXX OIL&GAS                     314,05    -0,36     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI               276,59    -0,24     250,55
 STOXX AUTO                        601,31    -0,35     501,31
 STOXX TLC                         358,83    -0,09     320,05
 STOXX TECH                        337,52     0,04     312,18
 
    PARIGI, 16 febbraio (Reuters) - I mercati azionari europei oggi sono poco
variati dopo i forti guadagni della settimana scorsa, con gli investitori cauti
in attesa della riunione dei ministri finanziari dell'area euro a Bruxelles
sulla situazione greca. Nessuno spunto arriverà oggi da Wall Street, chiusa per
festività. 
    Alle 11,20 italiane l'indice FTSEurofirst 300 cede lo 0,08% a quota
1.501,59. Venerdì aveva chiuso a +0,64% a 1.502,82 punti.
    Tra le piazze nazionali, il britannico FTSE 100 perde lo 0,2%, il
francese CAC 40 lo 0,02%, il DAX tedesco lo 0,32%.
    Ieri Atene si è detta fiduciosa sul raggiungimento di un accordo nei
negoziati con i partner dell'Eurozona, ma ha ribadito che non accetterà misure
di austerità.
    D'altro canto oggi il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble in
un'intervista radiofonica ha detto di non essere molto ottimista sulla
possibilità che Grecia ed Eurozona trovino un accordo nei colloqui di oggi.
    I ministri finanziari e il presidente della Bce Mario Draghi inizieranno
alle 15 ora italiana i colloqui su come procedere con il programma di
salvataggio della Grecia, in scadenza il 28 febbraio.    
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    La svizzera Actelion perde il 2,75% dopo aver detto che
l'apprezzamento del franco svizzero peserà sui suoi conti. L'indice benchmark
svizzero SMI ha perso il 5,8% circa da metà gennaio, dopo la decisione a
sorpresa della Banca nazionale svizzera di disancorare il franco dall'euro.
    Il titolo Fraport scende dello 0,4%; sabato un ministro greco ha
detto che il governo di Atene vuole rivedere l'accordo con l'operatore
aeroportuale tedesco per la gestione di 14 scali regionali.
    Il titolo Puma perde lo 0,2% circa dopo che la società tedesca di
sportswear ha riportato utili sotto le attese.
    Il gruppo industriale francese Bouygues guadagna quasi il 2,9%
dopo aver annunciato di avere ricevuto negli ultimi mesi manifestazioni di
interesse per l'unità di telefonia ma di non avere colloqui in corso.
    Deciso rialzo per il titolo austriaco Conwert, +8,4%, oltre il
prezzo per azione proposto da Deutsche Wohnen, secondo gruppo
immobiliare tedesco  nell'ambito di un takeover da 1 miliardo di euro circa.
    Per l'Europa la stagione dei risultati, che è circa a metà, è stata positiva
finora, con il 59% delle società che hanno centrato o superato le attese secondo
i dati Thomson Reuters StarMine. In termini assoluti, i risultati trimestrali
sono mediamente in rialzo dell'11,2%. 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia