BORSE EUROPA- Indici in rialzo dopo Pil tedesco, Dax sui massimi

venerdì 13 febbraio 2015 11:50
 

INDICI                       ORE 11,45    VAR %  CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3449,99      0,95   3146,43
                                                  
 FTSEUROFIRST300              1502,19      0,6    1368,52
 STOXX BANCHE                 197,61       1,83   188,77
 STOXX OIL&GAS                313,47       1,31   284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          278,54       0,42   250,55
 STOXX AUTO                   603,49       0,22   501,31
 STOXX TLC                    358,13       -0,17  320,05
 STOXX TECH                   338,66       0,38   312,18
  
    PARIGI, 13 febbraio (Reuters) - L'azionario europeo è in
rialzo questa mattina, sostenuto dai dati forti sul Pil tedesco
che hanno spedito il Dax su massimi record.
    L'economia tedesca è cresciuta dello 0,7% nel quarto
trimestre del 2014, oltre le attese di mercato, con un dato su
anno salito a +1,6%. 
    "Il dato sorprendente dalla Germania sta rafforzando le
speranze che l'Europa abbia finalmente voltato pagina. Con
l'eccellente stagione di trimestrali che stiamo avendo, avevamo
bisogno giusto di un piccolo aiuto sul fronte macro, e ora
questo aiuto è arrivato", commenta Pierre Martin, trader di Saxo
Bank.
    A sostenere il tono generale anche le attese di un accordo
sul debito greco nel vertice previsto per lunedì.
    L'indice del comparto bancario greco balza del
17% estendendo il recente rally dopo un calo del 75% dal marzo
scorso, con il mercato che crede nell'arrivo di un accordo tra
Atene e i suoi creditori in un vertice calendarizzato per
lunedi.  
    Alle 11,45 italiane, Banca nazionale greca sale
del 16% mentre Banca del Pireo guadagna il 14%.
L'indice generale della borsa di Atene segna un +6,6%.
    L'FTSEurofirst 300 alla stessa ora sale dello 0,6%
a 1502,19 sui massimi degli ultimi sette anni. Il DAX 
tedesco segna un progresso dello 0,63%, posizionandosi su
livelli record. Tra le altre piazze nazionali, il britannico
FTSE 100 guadagna lo 0,62%, il francese CAC 40 
segna un +0,8%.
    L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 ha guadagnato il 9,7%
dall'inizio del 2015 mentre il Dax il 12%, entrambi
sovraperformando notevolmente il rialzo (+1,4%) messo a segno
nello stesso periodo dall'S&P 500 a Wall Street. Un
progresso così forte in Europa in questo primo scorcio di 2015
ha innescato cautela fra gli investitori sul vecchio continente
per il resto dell'anno.

    I titoli in evidenza:    
    L'Oreal sale dell'1,9% dopo vendite migliori del
previsto.
    Dopo un trimestrale oltre le attese la norvegese Aker
Solutions schizza del 9%. 
    ArcelorMittal, numero uno al mondo nella
produzione di acciaio, dopo un'apertura al ribasso inverte la
tendenza e guadagna l'1,8% nonostante avesse annunciato profitti
in calo nel 2015 mentre si attendeva un miglioramento. Dettagli
sulla situazione debitoria del gruppo hanno rassicurato gli
investitori.
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia