RPT-BORSE EUROPA - Indici giù in vista vertici europei su Grecia

mercoledì 11 febbraio 2015 11:39
 

(modifica riferimento in tabella)
 INDICI                           ORE 11,15   VAR %   CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3373,09     -0,3    3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1485,85     -0,17   1368,52
 STOXX BANCHE                      191,33     -0,31    188,77
 STOXX OIL&GAS                     309,6      -0,67    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI               276,46     -0,13    250,55
 STOXX AUTO                        585,57     -0,45    501,31
 STOXX TLC                         358,74     -0,05    320,05
 STOXX TECH                        334,12      0,61    312,18
    
    
    LONDRA, 11 febbraio (Reuters) - I mercati azionari europei
scendono leggermente in vista delle riunioni europee per
discutere della crisi greca, e l'indice benchmark di Atene ATG
 perde oltre il 3,5%.
    Alle 11,15 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
 perde lo 0,17% a 1485,85.
    Tra le piazze nazionali, il britannico FTSE 100 cede
lo 0,07%, il francese CAC 40 segna un -0,48%, mentre il
DAX tedesco perde lo 0,14.
    Il primo ministro greco Alexis Tsipras ieri ha superato
senza problemi il voto di fiducia sulla cancellazione del
programma di salvataggio. I ministri finanziari dell'eurozona si
incontrano oggi a Bruxelles alle 17,30 per discutere la
situazione, mentre il vertice dei leader Ue si terrà domani. 
    Tra i titoli in evidenza oggi:   
    Male i bancari greci. National Bank of Greece,
Bank of Piraeus e Alpha Bank, unici tre
titoli greci dell'FTSEurofirst 300, perdono rispettivamente il
9,4%, il 6,2% e il 5,7%.
    Sul fronte dei risultati, ING Group sale di quasi
il 3,2% dopo che la banca olandese ha annunciato il pagamento di
un dividendo nel 2015, il primo in sette anni.
    Norsk Hydro guadagna oltre il 4,1% dopo che il
produttore norvegese di alluminio ha annunciato un utile
operativo record nel quarto trimestre.
    DSM sale del 5,7% dopo aver annunciato di
attendersi che le entrate del 2015 siano più alte dell'anno
scorso nonostante i prezzi bassi della Vitamina E e gli effetti
negativi dei cambi.
    In controtrend l'operatore di telefonia mobile Telenor
, giù di oltre il 7,1% dopo avere riportato entrate
trimestrali sotto le attese.
    In territorio negativo anche il titolo della società di
esplorazione oil and gas Tullow Oil, focalizzata
sull'Africa: fa registrare -1,6% dopo avere riportato una
perdita pretasse di 2 miliardi di dollari, la prima in 15 anni,
e aver annunciato un taglio del dividendo per far fronte al calo
dei prezzi del greggio.    
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia