BORSE EUROPA - Indici ripiegano dopo partenza al rialzo

martedì 9 settembre 2014 11:50
 

INDICI                           ORE 10,35   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                      3259,35     -0,25    3019
 FTSEUROFIRST300                  1389,2      -0,09    1316,39
 STOXX BANCHE                     201,84      -0,08    194,21
 STOXX OIL&GAS                    351,69      -0,55    335
 STOXX ASSICURAZIONI              237,15      -0,29    228,22
 STOXX AUTO                       493,87      +0,02    481,95
 STOXX TLC                        299,44      +0,29    297,6
 STOXX TECH                       301,06      -0,3     290,51
 
    LONDRA, 9 settembre (Reuters) - L'azionario europeo ripiega in mattinata
dopo una partenza al rialzo con i guadagni di alcuni titoli controbilanciati dal
netto calo del comparto energetico sotto pressione per la flessione dei prezzi
del petrolio.
    Le quotazioni del Brent scendono oggi per la quarta seduta consecutiva, con
i prezzi che galleggiano intorno ai minimi degli ultimi 16 mesi sotto i 100
dollari al barile, tra le preoccupazioni di un mercato contrassegnato da
un'offerta molto ampia e una crescita dei consumi più lenta del previsto.
    "La pressione sui prezzi del petrolio si riflette sempre di più sui titoli
energetici e questo è un trend che continuerà nel breve", spiega Christian
Stocker, equity strategist di UniCredit a Monaco. "Ad ogni modo, notizie
positive sul lato corporate continueranno di volta in volta a sostenere
l'azionario in Europa".
    Intorno alle 11,30 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 
segna un calo dello 0,09%, mentre l'indice delle blue chip Euro STOXX 50
 perde lo 0,25%
    Francoforte, cede lo 0,14%, Parigi arretra dello 0,11%
mentre Londra registra un ribasso dello 0,18%. Più marcata la flessione
di Madrid, che lascia sul terreno lo 0,67%.
    Ad aggiungere cautela tra gli investitori, anche le dichiarazioni della Fed
di San Francisco secondo cui la banca centrale statunitense manterrà i tassi di
interesse bassi per parecchio tempo o comunque li alzerà molto più lentamente
del previsto, dicono gli analisti. 
    Sotto i riflettori anche i titoli quotati a Londra a causa dell'aumentare
dell'incertezza politica nel Paese in vista del referendum sull'indipendenza
della Scozia.
    Citi scrive in una nota che la vittioria del sì potrebbe ledere le
prospettive di crescita della Gran Bretagna ma che una sterlina più debole
potrebbe supportare l'azionario con molti titoli britannici che derivano le loro
entrate dall'estero.

    Tra i titoli in evidenza oggi:
    * ABB guadagna l'1,5% dopo aver annunciato un buyback di azioni
per 4 mld di dollari.
    * Tra i titoli petroliferi, Statoil e Royal Dutch Shell 
scendono entrambe dell'1,2%.
    * L'Oreal cede il 2,2% dopo che l'AD del gruppo Jean-Paul Agon ha
detto di vedere un calo al 3-3,5% della crescita annua del mercato dei
cosmetici. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia