BORSE EUROPA - Indici partono in calo, pausa dopo rally

venerdì 5 settembre 2014 10:06
 

INDICI                           ORE 10,00   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                      3274,64     -0,08    3019
 FTSEUROFIRST300                  1399,01     -0,14    1316,39
 STOXX BANCHE                     203,57      0,02     194,21
 STOXX OIL&GAS                    357,19      -0,48    335
 STOXX ASSICURAZIONI              239,97      -0,03    228,22
 STOXX AUTO                       496,18      1,07     481,95
 STOXX TLC                        300,51      -0,27    297,6
 STOXX TECH                       299,48      -0,27    290,51
 
    PARIGI, 5 settembre (Reuters) - L'azionario europeo è partito in leggero
ribasso, prendendo fiato dopo il rally seguito ieri al taglio a sorpresa dei
tassi da parte della Bce, che ha anche lanciato misure di stimolo per supportare
la crescita dell'area euro.
    Alle 10 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 segna -0,17%,
mentre l'indice delle blue chip Euro STOXX 50 perde lo 0,10%.    
    Francoforte, partita in calo, sale dello 0,2%, Parigi 
arretra di 0,10% mentre Londra cala dello 0,15%.
    Le azioni della BP sono partite ancora in calo, con una perdita che
ha sfiorato in avvio l'1%, dopo la flessione della vigilia innescata dalla
decisione di un giudice Usa che ha definito il gruppo petrolifero "ampiamente
negligente" nel caso dell'incidente nel Golfo del Messico di quattro anni fa,
con un giudizio che potrebbe portare a un ulteriore sanzione di 18 miliardi che
si aggiungerebbe ai 42 già applicati alla società per il più grave disastro
ambientale al largo delle coste negli Stati Uniti.
    
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    L'azienda svedese Eniro ha tagliato le stime di utile per
l'esercizio in corso per la seconda volta in due mesi dopo la scoperta di errori
contabili che potrebbero portare a un'inchiesta della polizia. La società, che
ha rimpiazzato appena tre settimane fa l'AD Johan Lindgren, ha detto di
aspettarsi un utile operativo di 700 milioni di corone in 2014, rispetto agli
850 milioni che aveva previsto a luglio.
     
    La svizzera Bellevue Group ha annunciato l'acquisizione di Adamant
Biomedical Investments AG da Zuercher Kantonalbank ZKB.UL senza rivelare il
prezzo, volta a rafforzare la posizione nel settore healthcare. L'accordo
aggiungerà 831 milioni di franchi alle attività in gestione, portandole a 3,9
miliardi.
    
    Atlas Mara, il veicolo di investimento africano dell'ex numero uno
Barclays, Bob Diamond, sta trattando per acquisire una quota da 275 milioni di
dollari da Union Bank of Nigeria, secondo quanto riferito da una
persona vicina alla situazione. Basata a Lagos, la UBN fu fondata come Colonial
Bank nel 1917 e dal 1925 agli anni 70 è stata controllata dalla Barclays
, la banca britannica che Diamond ha guidato prima dell'uscita di due
anni fa. Ubn capitalizza circa 850 milioni di dollari. Atlas Mara deve decidere
se prendere la quota di minoranza entro domenica. Nessun commento né da Atlas
Mara né da UBN.
    
    La catena di abbigliamento e articoli per la casa Laura Ashley Holdings Plc
 ha registrato un incremento del 14,9% nel suo utile semestrale pre-tasse
(a 8,5 milioni di sterline), aiutata dalla forte crescita delle vendite online
nel Regno Unito, salite del 6,1% a 22,5 milioni di sterline nel periodo.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia