BORSE EUROPA - Indici scendono da massimi depressi da titoli retail

giovedì 16 gennaio 2014 10:56
 

ORE 10,20      VAR%       CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50       3.160,13      -0,27   3.019,00
 FTSEUROFIRST300      1.338,33      -0,11   1.316,39
 STOXX BANCHE          208,75      -0,26   194,21
 STOXX OIL&GAS         336,36      -0,47   335,00
 STOXX ASSICURAZIONI   233,46      -0,09   228,22
 STOXX AUTO            497,65      -0,30   481,95
 STOXX TLC             305,23      -0,47   297,60
 STOXX TECH            287,94      -0,47   290,51

    
    LONDRA, 16 gennaio (Reuters) - L'azionario europeo è
contrastato questa mattina dopo aver toccato i massimi degli
ultimi 5 anni e mezzo, depresso dai dati deboli sulle vendite
della tedesca Ahold e dalla cautela suelle prospettive
di Dixons.
   L'indice sul retail STOXX Europe 600 cede lo 0,7%
alle 10,20 italiane. Alla stessa ora Ahold perde il 3,7% e
Dixons, il secondo venditore di apparecchi elettronici in Europa
segna un calo del 3%.
    "Il settore retail è sotto pressione. E' chiaro che
l'austerity nell'area euro lo sta penalizzando" commenta
Philippe Gijsels, capo della ricerca di BNP Paribas Fortis
Global Markets a Bruxelles. "Ad ogni modo, con la ripresa in
vista, dovremmo avere un miglioramento nel 2014".
   I titoli retali deprimono l'indice paneuropeo FTSEurofirst
300 index, che cala dello 0,1% a 1.338,34 punti dopo
aver segnato nei primi scambi un rialzo di oltre un punto
percentuale dopo dati incoraggianti dagli Usa e risultati
positivi da alcune compagnie.
     L'indice delle blue chip Euro STOXX 50 index 
perde lo 0,2% a 3.161,98 punti, ma i grafici segnalano una
possibile risalita nel breve termine. Tra le singole piazze,
Francoforte -0,02%, Parigi -0,15%, Londra
 +0,09% e Madrid -0,25%.  
         
    Tra gli altri titoli in evidenza oggi: 
    * Carrefour cede il 3,4% a Parigi dopo dati di
crescita non positivi in Brasile, suo secondo mercato, e vendite
deludenti in Cina.
    * A Londra United Utilities sale del 3,6% dopo che
Morgan Stanley ha alzato la raccomandazione sul titolo.
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia