BORSE EUROPA-Indici deboli in attesa Zew,focus mercato su valutazioni

martedì 19 novembre 2013 10:33
 

INDICI                        ORE 10,15   VAR %    CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                     3.065,66   -0,51%      2.635,93
 FTSEUROFIRST300                 1.298,97   -0,40%      1.133,96
 STOXX BANCHE                      190,25   -0,47%        163,19
 STOXX OIL&GAS                     335,13   -0,41%        322,84
 STOXX ASSICURAZIONI               220,43   -0,12%        177,11
                                                    
 STOXX AUTO                        469,15   -0,24%        351,07
 STOXX TLC                         293,66   -0,58%        225,36
 STOXX TECH                        282,86   -0,17%        229,37
 
    LONDRA, 19 novembre (Reuters) - Le borse europee sono in
calo dopo che i commenti dell'investitore miliardario Carl Ichan
sulle prospettive del mercato azionario e il ritracciamento di
Wall Street hanno incoraggiato le prese di profitto dopo che
ieri l'indice Dax tedesco ha toccato i massimi storici.
     Icahn, intervenendo ieri al Reuters Investment Outlook
Summit, ha detto che il mercato azionario potrebbe vedere un
"forte calo", perché gli utili in molte società sono alimentati
più dal basso costo dei finanziamenti che dagli sforzi del
management per migliorare i risultati.
    Nonostante i commenti si riferiscano principalmente al
mercato Usa, le parole di Icahn hanno spostato il focus degli
investitori sui fondamentali delle società a livello globale.
    Sul fronte macro il mercato attende per le 11,00 l'indice
Zew sul sentiment dell'economia tedesca, visto dagli analisti in
ulteriore salita nel mese di novembre, a 54,0 punti dai 52,8 di
ottobre, a sua volta il livello più alto dall'aprile del 2010. 
    Alle 10,15 l'indice pan-europeo FTSEurofirst 300 
cede lo 0,40%, l'Euro STOXX 50 lo 0,5%. 
    Tra le singole borse Londra perde lo 0,5%, Parigi
perde lo 0,66% e Francoforte lo 0,33%. 
    Negli ultimi cinque mesi il FTSEurofirst 300 ha guadagnato
il 17% spinto da un miglioramento del quadro macro in Europa e
dalla forte liquidità fornita dalle banche centrali. 
    Secondo Citigroup questi due elementi continueranno a
sostenere il rally anche se le società sono vulnerabili a
possibili downgrade.
         
    I titoli in evidenza:
    * I bancari della zona euro sono tra i più venduti con BNP
Paribas, CREDIT AGRICOLE e BANCO SANTANDER
 in calo di circa l'1%.
    
    * Il settore auto limita il calo allo 0,2% i dati
sulle immatricolazioni di ottobre da cui emerge un altro segnale
positivio per il comparto in un mercato che sembra consolidare
una mini-ripresa..
    Tra le singole società DAIMLER ha finalizzato
l'accordo per l'acquisto del 12% del gruppo cinese BAIC Motor,
dopo il via libera del governo cinese all'operazione. Il titolo
cede lo 0,7% circa.
    
    * Il gruppo alimentare e chimico olandese DSM 
balza di oltre il 3% dopo l'annuncio dello spin-off della
divisione farmaceutica nell'ambito di un accordo da 2,6 miliardi
di dollari con la società di private equity JLL.
    
    * INTERTEK società britannica specializzata nei
test di qualità e sicurezza scivola di quasi 5% dopo avere detto
che i segnali di debolezza del business registrati nel primo
semestre si stanno confermando anche nella seconda parte
dell'anno.
    
    * EASYJET balza del 6% circa sulla scia degli ottimi
risultati (l'utile lordo annuale è cresciuto del 51%) e del
dividendo straordinario che sarà distribuito agli azionisti.
    
    
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia